Cuore selvaggio - Telenovelas Mania

telenovelasmania.it
LA TUA ENCICLOPEDIA DELLE TELENOVELAS
TELENOVELAS MANIA
Vai ai contenuti

Cuore selvaggio

Telenovelas elenco





DATI TECNICI
Titolo originale: Corazon Salvaje
Anno di produzione: 1993
Casa di produzione: Televisa (Messico)
Regia: Josè Rendon
Soggetto: Caridad Bravo Adams
Puntate originali: 159 da 25 minuti/80 da 45 minuti
Puntate italiane: 39 da 100 minuti/160 da 20 minuti

CAST
Eduardo Palomo - Juan/Francesco Aleardi
Edith Gonzales - Beatrice
Ariel Lòpez Padilla - Andrea
Ana Colchero - Anna
Enrique Lizalde - Nicola Manera
Luz Maria Aguillar - Caterina
Claudia Islas - Sofia
Arsenio Campos - Alberto
Cèsar Evora - Marcello Romero Barra
Indra Zuno - Mercedes
Isaura Espinoza - Maria Grazia
Verònica Merchant - Marianna
Yolanda Ventura - Angelica
Gonzalo Sànchez - Guercio
Ernesto Yáñez - Basilio
Javier Ruan - Castaldo
Gerardo Hemer - Gioacchino
Jaime Lozano -Edoardo
Alejandro Ràbago -Pietro
Tony "Antonia" Marcìn - Dolores
Julio Monterde - Padre Domenico


TRAMA GENERALE
Francesco Aleardi della Valle è un ricco e potente proprietario terriero che scopre di aver avuto un figlio, Juan, da una relazione con una donna sposata.
Prima di riuscire a riconoscere il figlio, Don Francesco muore cadendo da cavallo. La moglie Sofia, preoccupata dell'amicizia che nel frattempo ha unito Juan al figlio Andrea e dal risentimento verso il giovane, decide di scacciare Juan per separare i due ragazzi. Mentre Andrea viene mandato in Europa nei migliori collegi, Juan vive una vita dura al limite della legalità ma aiutato dal migliore amico del padre, l'avvocato Manera, che rappresenterà per lui una figura paterna.
Trascorrono gli anni e mentre Andrea studia nelle migliori scuole d'Europa, Juan continua la sua vita randagia, allietato solo dalla paterna amicizia con l'avvocato Manera, il quale nel frattempo ha provveduto ad istruirlo.
Andrea, tornato in Messico, conosce Anna e se ne innamora perdutamente. Costei è una ragazza frivola e passionale ed è sorella a Beatrice, la donna al quale il giovane è legato da una promessa di matrimonio. Quindi con grande disappunto di Sofia, la quale aveva predisposto da tempo ogni cosa, rompe il fidanzamento e si propone ad Anna che accetta lusingata.
Beatrice, ragazza dolce, buona e virtuosa, alla notizia di ciò che era accaduto piomba in uno stato di profonda prostrazione. La giovane era vissuta cullando il sogno di sposare Andrea ma, apprese le intenzioni, del ragazzo la sua vita sembra essere distrutta.
Nel frattempo Anna, conosce Juan e, senza l'ombra di pudore e decenza, inizia una relazione amorosa con l'uomo e da autentica impudente comincia a dividersi tra due uomini. La povera Beatrice, dal canto suo, decide di entrare in convento per prendere i voti.
Juan, ignaro del doppio gioco di Anna, le chiede di sposarlo e, alfine di garantirle un avvenire dignitoso, parte per un viaggio dal quale sarebbe tornato molto ricco.
In sua assenza, però, si sparge la voce del suo arresto, e Anna, sentitasi libera dall'impegno, accetta la proposta di matrimonio di Andrea. Proprio il giorno del matrimonio tra Andrea e Anna, Juan fa il suo ritorno e, scoperta la verità, decide di correre dal fratello per riprendere la donna che ama. Sulla sua strada si frappone Beatrice, la quale, uscita dal convento, la cui vita non le si confaceva, è ospite del cognato. La ragazza, consapevole di essere ancora innamorata di Andrea, convince Juan a desistere dalle sue intenzioni. Il giovane pertanto si limita ad accettare l'incarico di amministratore di Campo Real che il fratello, in virtù della promessa fatta al padre, secondo la quale si sarebbe preso cura di Juan, generosamente gli offre.
Vivendo in quel luogo Juan ben presto si rende conto della vera indole di Anna cessando di amarla e contemporaneamente comincia a provare una forte attrazione per Beatrice...





CURIOSITA'
    Sulla produzione
    "Cuore Selvaggio" è la terza versione portata sui teleschermi della storia creata da Maria Zarattini, sceneggiatrice di origini italiane, che, in accordo con il produttore Pepe Rendon, iniziò la ricerca dei protagonisti, avendo ben disegnati nella sua mente i personaggi.

    Le scene degli esterni furono girate all’Hotel Vista Hermosa, un hotel ristorante che ancora oggi è meta di una sorta di pellegrinaggio tra i fan della telenovela. Alcune scene tuttavia, come quella in cui Juan del Diablo entra in camera di Beatrice dopo una lunga separazione e viene poi ferito da Andrea, viene girata in studio, come raccontato dalla stessa Edith all’incontro a Roma con il suo fan club italiano nel 2013.

    Dell’abito da sposa di Beatrice furono fatte due copie, una delle quali sorteggiata in Italia alla festa del fan club italiano a Milano e l’alto in Spagna.
    ogni minimo particolare fu curato con estrema attenzione: gli eleganti vestiti di Monica e Aimee, le vesti da camera, gli abiti della servitù, delle donne del popolo, le divise dei militari. Furono creati più di 350 abiti con tessuti pregiati come la seta, organza, broccato, damasco, tulle. Gli abiti furono disegnati da disegnatori specializzati di quell’epoca in poco più di un mese, grazie anche alle foto dell’epoca messe a disposizione da uno storico specializzato nel secolo XIX, appositamente contattato.
    La casa di Juan del Diablo è in realtà parte di un ristorante e così pure il salone dove Juan del Diablo chiede a Monica di sposarlo. Il luogo dove si svolge la festa di fidanzamento tra Anna e Andrea è lo stesso dove poi si sposeranno. Per il matrimonio i mobili e le scenografie furono fatti arrivare da Città del Messico in appositi camion imbottiti. Tutte le ambientazioni delle stanze dei protagonisti furono create appositamente per ciascun personaggio, studiando libri dell’epoca. I mobili che non fu possibile trovare, furono creati da falegnami specializzati.

    Il SATAN, il veliero di Juan del diablo fu affittato da dei turisti russi. La produzione lo aveva visto casualmente ancorato a Puero Vallarta e lo aveva ritenuto adatto per le scene con Juan del Diablo. Qualche tempo tempo purtroppo fu distrutto da un uragano.

    Varie volte la produzione ha dovuto fermare le riprese per l’afflusso di persone che vi assistevano, disturbando con il brusio. Varie sono le curiosità sulle riprese come la prima notte di nozze tra Juan e Beatrice: a EDITH si slacciò il corpetto, lasciandole un seno nudo. La scena fu registrata, ma ovviamente mai andata in onda.

    La scena della riconciliazione tra Juan e Monica fu girata in una delle stanze dell’Hotel Hacienda Vista Hermosa, e per prepararla ci vollero circa due ore, dal momento che la troup si era dovuta spostare da una parte all’altra dell’albergo. Edith arrivò a mezzanotte, ma la ripresa ebbe inizio alle 3 del mattino. Eduardo improvvisò alcuni baci sulle spalle, lasciando Edith sorpresa dal momento che non erano nel copione, ma lui era un’ artista che improvvisava molto e spesso. Si disse che aveva improvvisato anche per la scena in mare, quando Juan e Beatrice riemergono, ritrovandosi abbracciati a riva, il bacio non era inserito nel copione.

    Per festeggiare la fine delle riprese, durate 8 mesi, attori, tecnici, operai, e l’intera produzione parteciparono alla festa in cui Lupe, Ana Laura Espinosa si dilettò a fare la maga, contando sulla divertita partecipazione di Eduardo Palomo. Gonzalo Sanchez, il Guercio, cantò alcune canzoni caratteristiche messicane. Edith partecipò ad una corrida di becerros.

    Nel 2009 TELEVISA ha riproposto una nuova versione di Cuore Selvaggio con Aracely Arambula e Eduardo Yanez. Versione molto criticata e poco apprezzata per i suoi protagonisti e per la storia rimaneggiata. Con o senza refritos, resta il fatto che i suoi indimenticabili protagonisti hanno reso indimenticabile ed immortale una storia che resta l’icona di questo genere.

    Sul cast
    Enrique Lizalde che in questa versione interpretava l’avvocato Manera, fu il primo Juan del diablo.

    Inizialmente il provino per Juan del diablo fu fatto anche da Cesar Evora, attore cubano poi entrato nel cast nel ruolo del giudice Marcelo Romero Vargas. Cesar aveva le doti necessarie, ma non aveva convinto pienamente Maria Zarattini. Maria aveva visto sia Cesar che Eduardo nel film GERTRUDIS BOCANEGRA, e con grande intuizione li aveva chiamati entrambi per il provino. Eduardo inizialmente rifiutò. Stava per partire in tour con un'opera teatrale, ma suo fratello lo convinse ad andare. Maria raccontò in varie interviste a Telebolero, che non appena Eduardo iniziò a parlare, seppe di aver trovato Juan del Diablo. Fisico, capelli, portamento, voce. Era lui. La stampa scrisse che Evora non era stato scelto perchè di origini cubane, ma forse con il senno di poi, la Zarattini e Rendon avevano dimostrato di aver visto giusto, grazie alla loro esperienza e professionalità.

    Fin da subito Rendon aveva pensato ad Ariel Lopez Padilla per il ruolo di Andrea, la produzione aveva insistito affinchè fosse scelto un altro attore, sostenendo tra le altre cose che Ariel avesse un carattere difficile da gestire, ma Pepe non si fece influenzare, dimostrando di aver fatto bene. Ariel incarnava perfettamente l’affettato gentiluomo, dal portamento rigido ed impostato dell’ufficiale. Per quel ruolo Ariel si sottopose ad una dieta a base di frutta ed acqua, perdendo 8 chili.

    La scelta su Monica/Beatrice risultò essere la più difficile. Al provino era stata chiamata Erika Buenfil, ma Pepe Rendon e Maria Zarattini avevano voluto vedere anche Edith Gonzalez. Edith racconta ancora oggi che si presentò con TOTO il suo cane, che in maniera poco educata fece la pipì ovunque, ma non fu sgridato perché Pepe adora gli animali. Durante il provino, Edith sostenne per primo il ruolo di Anna perché era stata pensata per questo, ma andando avanti fece anche quello per Monica. Erika Buenfil scambiò altre battute per Monica, e alla fine si decise che il ruolo di Monica andasse ad Edith. A Erika fu chiesto di interpretare ANNA, ma l’attrice rifiutò perché come lei disse non era nelle sue corde o come scrisse la stampa, perché voleva il ruolo di Monica. Il nome di Monica è stato cambiato in Beatrice solo in Italia, perché la produzione italiana pensava che evocasse la Beatrice di Dante e fosse più soave.

    Il ruolo che fin da subito fu assegnato senza indugi o esitazioni fu quello di Dona Sofia, perché era stato scritto appositamente per l’attrice Claudia Islas.

    Per il ruolo di Dona Catalina si era pensato inizialmente all’attrice Irma Lozazo, interprete di Rosa Selvaggia, ma alla fine fu scelta Luz Maria Aguilar.

    Ana Colchero fu la prima a lasciare il set, per la morte del suo personaggio che perde la vita cadendo da cavallo: girando le ultime scene con Luz Maria Aguilar, con la quale aveva stretto una forte amicizia, l’attrice pianse per la commozione. La fuga di Juan dal carcere fu girata di notte, terminando alle 5 della mattina.

    Sulla colonna sonora
    Josè Rendon, che aveva composto le musiche della telenovela, chiamò Edith e Ana nel suo camerino per far loro ascoltare il tema d’entrata di Cuore Selvaggio.





    TRAMA COMPLETA
    Francesco Aleardi della Valle è un ricco e potente latifondista, proprietario della tenuta di Camporéal che scopre di aver avuto un figlio illegittimo da una relazione con una donna sposata, ormai morta, grazie ad una lettera consegnatagli dall'avvocato Nicola Manera.
    Francesco Aleardi viene a sapere così che il signor Alimondi, marito della sua amante, dopo aver scoperto l'adulterio della moglie, si era abbandonato ad una vita di eccessi ed alcol ed era caduto rapidamente in rovina. Spinto dal rancore, Alimondi ha allevato il figlio illegittimo nelle ristrettezze, nell'abbandono e nell'odio, per vendicarsi del tradimento.
    Il ragazzo, cresciuto per la strada e nella fame, è considerato un piccolo selvaggio, per cui i pescatori lo chiamano "Juan del Diablo", nome che si porterà sempre dietro poiché non è mai stato né battezzato, né registrato all'anagrafe.
    Francesco, rendendosi conto dell'incredibile somiglianza tra sé ed il figlio e delle doti nascoste di quest'ultimo, decide di portare Juan a Camporéal e di riconoscerlo contro il volere della moglie Sofia, ma, prima di farlo, perde la vita cadendo da cavallo.
    Sofia, preoccupata dell'amicizia nata tra Juan e suo figlio Andrea, decide di cacciarlo di casa per separarlo da lui.
    E così, mentre Andrea viene mandato in Europa a studiare in Francia nei migliori collegi, Juan torna a vivere per strada, al limite della legalità, ma educato ed aiutato dal migliore amico del padre, l'avvocato Nicola Manera, che rappresenterà per lui una figura paterna.
    Nel frattempo, Sofia decide di pianificare il matrimonio del figlio con la figlia maggiore di una sua cugina, donna Caterina d'Altomonte, una contessa rimasta da poco vedova e ormai in rovina.
    La donna ha ogni interesse ad approvare questo fidanzamento: non disponendo infatti dei mezzi finanziari per provvedere all'educazione signorile di entrambe le sue figlie, Beatrice e Anna, decide quindi di accondiscendere al progetto di Sofia perché la cugina promette di sovvenzionare la formazione di Beatrice in convento, mentre Anna verrà mandata da donna Caterina a Città del Messico, a studiare presso la zia Amalia.
    Passano 15 anni e Andrea, tornato in patria da Parigi, si ferma a Città del Messico dove, durante una festa, conosce Anna, dimenticando che la madre Sofia ha organizzato per lui il matrimonio proprio con la sorella di Anna, Beatrice.
    La fanciulla stessa, dapprincipio, si sente attratta dal giovane, che, a sua volta, si innamora di lei. Poco dopo, Anna deve però ritornare nel villaggio natio, San Paolo, lasciando con gran dispiacere la vivace vita mondana della capitale.
    Sopraffatta dalla noia, durante le sue passeggiate sulla vicina spiaggia, Anna conosce Juan del Diablo, che, nel frattempo, si è fatto strada a fatica, guadagnandosi un certo benessere grazie al commercio, riuscendo addirittura ad acquistare una nave, il "Satan", con cui condurre i suoi traffici.
    Juan impiega i suoi guadagni soprattutto per aiutare i poveri di San Paolo, da cui è amatissimo e difeso, ed è attorniato da un vero e proprio gruppo di amici, marinai ed aiutanti.
    Tra Juan e Anna si accende la passione e la ragazza, incurante del rischio dello scandalo, decide di versi di nascosto con l'uomo, uscendo di notte dalla sua stanza e camuffata da popolana.
    I due divengono amanti, ma Juan, che, a poco a poco, si è innamorato della ragazza, progetta di mettere da parte abbastanza denaro per chiederla in sposa.
    Nel frattempo, Andrea ritorna da Città del Messico e spinge sua madre a rompere il fidanzamento con Beatrice e a chiedere a Caterina la mano di Anna che, senza preoccuparsi di fare il doppio gioco, prosegue la sua relazione con Juan.
    La ragazza è attirata dalla ricchezza di Andrea e dalla vita brillante che tale matrimonio le assicurerebbe e quindi accetta di fidanzarsi con il giovane Aleardi De La Valle, incurante della sofferenza della sorella.
    Beatrice, saputo il rifiuto di Andrea, per sfuggire al dolore e all'umiliazione, chiede di entrare come novizia nel convento in cui è stata educata e si rifugia nella fede.
    Tuttavia, la madre superiora e il suo direttore spirituale, padre Domenico, insieme alla stessa Caterina sono scettici dinnanzi a questa vocazione repentina, anche perché la giovane, provata dalla delusione, è molto indebolita e non riesce a reggere i rigori della vita religiosa.
    Dopo qualche tempo Beatrice segue il consiglio di padre Domenico e rinuncia alla vita monacale e torna a casa.
    La giovane è ancora innamoratissima di Andrea e, scoperta la doppia vita della sorella Anna, cerca di avvertire la madre, ma non viene creduta.
    Dall'altra parte Juan, partito per far fortuna per poter sposare Anna, è ignaro di esserne stato ingannato e per di più, dopo la sua partenza, si spargono a San Paolo strane voci su di una possibile cattura di Juan a Santo Domingo.
    Anna, credendo che sia stato condannato al carcere per 10 anni, si decide definitivamente a sposare Andrea ma Juan ritorna proprio il giorno dopo il matrimonio e, scoperto il tradimento della ragazza, si reca a Camporéal come una furia, con l'intenzione di affrontare Andrea e rapire Anna, nonostante i tentativi dell'avvocato Manera di placare la sua ira.
    Solo Beatrice, che si trova a Camporéal per il matrimonio e che ha lasciato il convento per sempre, riuscirà a calmarlo. Andrea, sopraggiunto durante l'animato colloquio tra Beatrice e Juan ed ignaro di quanto sta accadendo, si rallegra di rivedere il suo vecchio amico e gli offre il posto vacante di amministratore della tenuta.
    Juan accetta, anche per rimanere vicino ad Anna, ma, poco per volta, durante l'espletamento del suo lavoro, comincia ad apprezzare la bontà e la dolcezza di Beatrice, avvicinandosi progressivamente a lei e cominciando a capire la vera natura egoista di Anna.
    Per una serie di coincidenze, Andrea udirà una conversazione compromettente in cui si menziona una relazione tra una delle signorine d'Altomonte e Juan del Diablo e crederà allora che la donna con cui Juan ha avuto una relazione sia Beatrice.
    Per questo motivo cercherà di farla sposare con il suo amico Alberto ma Beatrice, decisa ad evitare lo scandalo, e venuta a sapere tra l'altro che Juan sta per essere riconosciuto come figlio di don Francesco della Valle, ed essendo ormai attratta da lui, decide di sposarsi con il giovane, così da tenerlo lontano da Anna.
    Infatti, Sofia, che frattanto ha appreso della relazione tra Juan ed Anna, per evitare che il figlio lo apprenda, decide di concedere a Juan il cognome Della Valle.
    Dopo il matrimonio, Beatrice e Juan scoprono ben presto il loro amore: il giovane cerca di introdurre teneramente la giovane sposa nel mondo dell'amore, mentre Beatrice scopre nel marito un uomo onesto, nobile e generoso, nascosto dietro il suo lato un po' brusco e indurito dalle sofferenze.
    Ma le cose si complicano quando Anna continua ad insidiare Juan, al quale non vuole rinunciare, mentre Andrea scopre ben presto la relazione pregressa tra Juan e Anna da una lettera di ricatto inviata alla moglie da un lestofante del paese.
    La sua ira è tremenda, ma tremendi sono anche gli equivoci in cui cade, convincendosi che Juan lo abbia tradito e che Beatrice si sia sacrificata per lui e che ancora lo ami.
    Andrea decide di sfidare il fratello a duello e, per evitare ciò, la madre e l'amico Alberto, con l'aiuto del capitano Leopardi, ordiscono un piano contro Juan per accusarlo di omicidio, mandarlo in prigione e separarlo da Beatrice, che ora Andrea vuole in moglie.
    Inoltre Andrea sembra deciso anche a togliere il cognome a Juan per far annullare il matrimonio della cugina.
    Gli amici di Juan organizzano una fuga dal carcere ma Anna, che si era recata dal capitano Leopardi per contrattare, viene insidiata da quest'ultimo.
    Juan tenta di difenderla, ma viene gravemente ferito da Leopardi, il quale è però subito freddato dal Guercio, uno degli amici di Juan.
    A San Paolo si propaga allora la notizia della fuga di Juan e di Anna, e viene diffusa ad arte anche quella della loro morte.
    Beatrice rimane sconvolta ma poi si rende conto che questa non può essere la realtà. Difatti, Juan, appena può lasciare la casa della guaritrice che si è occupata di lui, abbandona Anna, che aveva voluto seguirlo, e raggiunge di nascosto la moglie, visitandola la notte di nascosto.
    Ad Anna non resta altro che ritornare a casa di Andrea, il quale è costretto ad accettarla perché la moglie è incinta. La coppia però è ormai divisa da un odio ed un disprezzo reciproci insanabili, tanto che Andrea si abbandona ad una vita di eccessi e di amori ancillari.
    Il giovane cerca inoltre di rovinare l'esistenza a Juan, imponendogli tra l'altro un duello da cui ne esce ferito: Juan, che ha una buona mira e trovandoselo davanti, e per di più ubriaco, ha preferito infatti sparargli semplicemente ad una mano per disarmarlo senza nuocergli ulteriormente.
    Dopo varie vicissitudini, Anna perde il bambino, per cui decide di giustificare l'avvenuto fingendo una caduta da cavallo: in realtà, cadendo dalla cavalcatura si ferisce a morte e spira dopo un'atroce agonia, non prima di aver costretto in punto di morte la sorella a promettere di non tornare insieme al marito Juan.
    Beatrice, oppressa dai sensi di colpa, accetta e viene allontanata dallo stesso Juan che non vuole contristarla con una vita di angustie, finché i suoi guai con la giustizia non siano superati.
    Quando però egli viene definitivamente scagionato dalle accuse ingiuste, decide di riprendere con sé la moglie che, nel frattempo, è andata a vivere in una pensione per sottrarsi all'influenza invadente della madre, donna Caterina, duramente ostile a Juan.
    I due sposi, ormai riunitisi, non possono tuttavia vivere in pace il loro amore e devono ancora far fronte al rancore di Andrea, rancore che sembra non finire mai.
    Andrea cercherà in tutti i modi di ostacolare Juan, tentando persino di abusare di Beatrice per vendetta. Nella puntata risolutiva, Andrea manda infine a chiamare il fratello per sfidarlo un'ultima volta: per provocarlo, gli rivela (mentendo) di aver abusato di Beatrice.
    Juan reagisce, ma, durante la lotta tra i due fratelli, sopraggiunge una forte scossa di terremoto, che interrompe tutto; Andrea resta sotto le macerie e Juan, nonostante tutto quanto ha subito da Andrea, piuttosto che lasciare il fratello a morire sotto le macerie, decide di aiutarlo, salvandogli la vita.
    Questo gesto farà riconciliare Juan e Andrea che, finalmente, si chiameranno fratelli. Juan dovrà ancora cercare per lunghe ore e giorni interi Beatrice che, dopo il terremoto, sembra scomparsa.
    I due giovani potranno riabbracciarsi infine sulla spiaggia, dopo che Juan è sfuggito all'ennesimo attentato da parte dei suoi nemici.
    Alla fine l’amore tra Juan e Beatrice trionferà; Andrea, rimasto solo, decide di ripartire per l'Europa e di abbandonare la madre che, con il suo atteggiamento possessivo, gli ha reso la vita impossibile.
    Donna Caterina si riconcilia con il genero, ma rimane a vivere in convento, mentre Beatrice e Juan potranno tornare ad essere felici con una nuova sorpresa, un bambino che renderà il loro amore ancora più solido.
    FINE



    I PERSONAGGI

            

            

             

             

            
     



    LA COLONNA SONORA


    www.TELENOVELASMANIA.it

    Contatti: info@telenovelasmania.it

    Siti

    Privacy Policy
     

     

    © 2006-2019
    Torna ai contenuti