La tana dei lupi - Telenovelas Mania

telenovelasmania.it
LA TUA ENCICLOPEDIA DELLE TELENOVELAS
TELENOVELAS MANIA
Vai ai contenuti

La tana dei lupi

Telenovelas elenco




DATI TECNICI
Titolo originale: Cuna de lobos
Anno di produzione:  1986
Casa di produzione: Televisa (Messico)
Regia: Antonio Acevedo
Soggetto: Carlos Olmos
Sceneggiatura: Margarida Villaseñor
Puntate: 170 da 25 minuti

CAST
Maria Rubio - Donna Caterina Creel Lario
Gonzalo Vega - Pierluigi Lario
Alejandro Camacho - Alessandro Lario
Diana Bracho - Eleonora Nardini
Rebecca Jones - Vilma Lario
Rosa Maria Bianchi - Berta Moscati
Angelica Aragon - Amalia Mendoza
Carlos Camara Sr. - Dott. Reginaldo Guglielmini
Edna Bolkan - Paulina
Carmen Montejo -  Speranza Mandujano
Lilia Aragon - Rosalia
Roberto Vander - Giulio Fragonese
Cynthia Klitbo - Maruja
Luis Rivera - Maurizio Bermuti
Ramon Menéndez - Dott. Frank Syndell
Josefina Echanove - Elvia
Enrique Reyes - Padre Vincenzo
Magda Karina - Luciana
José Angel Espinoza - Riccardo Nardini
Jorge Fegan - Mario

TRAMA GENERALE
Le vicende della telenovela ruotano attorno alla figura matriarcale di Caterina Creel (María Rubio), donna che indossa un' inquietante benda su di un occhio a causa di un incidente che anni prima le aveva causato l'asportazione totale del bulbo oculare.
La donna vuole affidare i laboratori farmaceutici Lar-Creel di sua proprietà e di suo marito,  Josè Carlos Larios, nelle mani di suo figlio, Alessandro Larios, per il quale ha una certa predilezione.
La donna, però, custodisce un terribile segreto, che si cela proprio dietro al suo occhio bendato.
Per timore di essere scoperta, finisce con l'uccidere il marito con un succo d'arancia avvelenato.
Nel testamento dell'uomo si legge che la sua eredità andrà al primo dei suoi figli che farà nascere un maschietto.
Poiché la moglie di Alessandro non può avere figli, Caterina spinge il figlio a sedurre la giovane Leonora, che ha soccorso il morente Josè Carlos, e a metterla incinta per poi prendere il bambino.
Nel frattempo torna in Messico Pierluigi, primogenito di José Carlos, che si sente da sempre in colpa per l'incidente che era costato l'occhio alla matrigna Caterina.
Il ragazzo inizia una relazione con una sua vecchia amica, Paulina, ma la matrigna riesce a farli separare allontanando quindi lo spettro di un possibile erede maschio che avrebbe portato tutto il patrimonio nelle mani del figliastro.
Intanto Alessandro continua il suo piano: da un lato costringe la moglie Vilma a simulare una gravidanza e dall'altro seduce e mette incinta Eleonora promettendole di sposarla.
Ma al momento del parto, nella clinica del compiacente dottor Syndell, il piccolo Edoardo viene sottratto da Alessandro alla madre, lasciandola in preda alla disperazione e incapace di poter dimostrare ciò che è avvenuto.
Il piccolo cresce con il nome di Edoardo, insieme ad Alessandro e a Vilma, e crede che quest'ultima sia la sua vera madre.


                                                                



CURIOSITA'

Sulla produzione
"La tana dei lupi" è tratta dall'omonimo romanzo di Carlos Olmos che si è ispirato per la realizzazione del personaggio di Caterina Creel all'attrice Bette Davis nel film "L'anniversario" del 1968.
La telenovela, un thriller intriso di sangue e mistero, scritta dalla coppia Carlos Olmos-Carlos Tellez, è caratterizzata da un "oggetto inquietante": una benda multicolore portata sull'occhio destro dalla crudele Donna Caterina.


La trama è molto complessa e sono state realizzate 185 scenografie (che venivano montate e smontate a seconda delle esigenze).
Le principali ambientazioni sono:
- Città del Messico: quasi tutta la telenovela si svolge nella capitale del Messico e, in particolare, nei seguenti luoghi:
Villa Lario-Creel (entrata; salotto; sala da pranzo grande; sala da pranzo piccola; anticamera dello studio; studio/biblioteca; camera di Caterina; camera di Pierluigi ed Eleonora; camera di Speranza; camera di Rosalia; camera dei bambini; stireria; giardini con piscina)
Casa di Alessandro e Vilma, nello stesso giardino della villa Lario (entrata; salotto; sala da pranzo; camera di Alessandro e Vilma; camera del piccolo Edoardo)
Laboratori Lar-Creel (ufficio di Alessandro; anticamera; ufficio di Guglielmi, poi di Pierluigi; ufficio dell'Ispettore Suarez)
Penthouse (entrata-salotto; camere), dove Eleonora trascorre i mesi della sua gravidanza
Primo appartamento di Speranza ed Eleonora (entrata-salotto; cucina; camera)
Appartamento del Dr. Teheran (entrata-salotto; camera; ambulatorio)
Appartamento dei coniugi Cifuentes (entrata-salotto)
Appartamento del figlio dei Cifuentes, dove Eleonora e Speranza abitano per breve tempo
Appartamento di Ornella e Claudio (entrata-salotto)
Appartamento di Paolina (entrata-salotto)
Appartamento di Ortensia, zia di Paolina (entrata-salotto)
Casa di Gloria, amica di Vilma (salotto; piscina coperta; giardino)
Appartamento di Lucero (entrata-salotto)
Ambulatorio del Dr. Mendolia
Studio dell'Avv. Curiel
Ufficio del Padre Montalgo
Discoteca di Paolina, poi di Ornella e Claudio (sala da ballo; ufficio)
Aeroporto
Stazione di Buena Vista
- San Miguel de Allende, luogo di nascita del piccolo Edoardo
Casa di Rosalia, trasformata in clinica geriatrica (entrata; camere da letto; ufficio privato)
- Manzanillo, meta della finta luna di miele di Alessandro ed Eleonora
- San Cristòbal, Chiapas, dove abita il padre di Eleonora
- New York, dove Caterina si reca per parlare con l'ex ginecologo di Vilma
- San Diego, dove abitano i genitori di Vilma

La telenovela ha vinto il premio "TvYNovelas" nel 1987 nelle categorie:
"Miglior Telenovela"
"Miglior attrice protagonista" (Diana Bracho)
"Miglior attore protagonista" (Gonzalo Vega)
"Miglior Antagonista femminile" (Marìa Rubio)
"Miglior Antagonista maschile" (Alejandro Camacho)
"Miglior sceneggiatura"
"Miglior regia"

Sul cast
Marìa Rubio grazie a questo personaggio è considerata ancora oggi la "madre di tutte le villane".

Il ruolo di Vilma venne offerto inizialmente ad Angélica Aragòn che però rifiutò, la parte venne assegnata così a Daniela Bracho.

Situazioni inverosimili
Caterina porta la benda sull'occhio destro per quasi trent'anni; il marito, che vive insieme a lei e che dorme con lei, per tutto il tempo non si accorge che sotto la benda si nasconde un occhio sano e non un occhio di vetro.

All'inizio della telenovela, Speranza viene colpita da un'embolia che la costringe per più di un anno su una sedia a rotelle: durante la malattia Speranza, già abbastanza anziana, resta pressoché completamente paralizzata e perde del tutto l'uso della parola; nel corso di pochi mesi però si ristabilisce completamente e dell'embolia non resta più nessuna traccia: dopo cinque anni sembrerà addirittura molto più giovane e prestante che all'inizio.

In una città grande come Città del Messico, dove si svolge la telenovela, sembra esserci una sola discoteca: quella di Paolina, poi acquistata da Ornella e Claudio, dove puntualmente si ritrovano sia Alessandro e Vilma che Eleonora e Pierluigi.

Sulla messa in onda
La telenovela è stata trasmessa per la prima volta in Messico su El Canal de las Estrellas dal 13 ottobre 1986 al 5 giugno 1987.
In Italia è arrivata su Rete A il 4 novembre 1987 per concludersi il 1 gennaio 1988 per un totale di 170 capitoli da 25 minuti.







    TRAMA COMPLETA
    Trama a cura di Marianna. E' vietato copiare il contenuto senza autorizzazione. Grazie.

    In arrivo


    www.TELENOVELASMANIA.it

    Contatti: info@telenovelasmania.it

    Siti

    Privacy Policy
     

     

    © 2006-2020
    Torna ai contenuti