La signora in rosa - Telenovelas Mania

telenovelasmania.it
LA TUA ENCICLOPEDIA DELLE TELENOVELAS
TELENOVELAS MANIA
Vai ai contenuti

La signora in rosa

Telenovelas elenco





DATI TECNICI
Titolo originale: La dama de rosa
Anno di produzione:  1987
Paese di produzione: Venezuela
Regia: Luis Manzo, Tito Rojas
Soggetto: Ignacio Cabrujas
Puntate: 294 da 25' (versione della Todovideo) - 228 da 45' (versione della CDC)

CAST
Jeannette Rodriguez (Gabriela Suarez)
Carlos Mata (Tito Clemente)
Fernando Carrillo (Josè Luis)
Gigi Zanchetta (Elenonora)
Dalila Colombo (Leyla)
Amalia Perez Diaz (Lucia Suarez)
Jaime Araque (Nicola Suarez)
Victoria Roberts (Giulia Suarez)
Miguel Alcantara (Davide Rangel)
Carlota Sosa (Irene)
Helianta Cruz (Marina)
Felix Loreto (Andrea)
Gisvel Ascanio (Elsa)
Guillermo Ferran (Renato)
Gladys Càceres (Olvido Rangel)
Haydéè Balza (Carmen)

TRAMA GENERALE
La telenovela narra la storia di Gabriella Suarez (Jeannette Rodriguez), una ragazza semplice, allegra e piena di vita che lavora come animatrice di una squadra di pallacanestro e studia recitazione poiché il suo più grande sogno è quello di fare l'attrice.
La ragazza vive con la madre Lucia (Amalia Perez Diaz) e i fratelli Giulia (Victoria Roberts) e Nicola (Jaime Araque).
Giulia, studentessa di Medicina, viene assunta nell'impresa di Marco Clemente (Carlos Mata), grazie all'aiuto di Andrea (Felix Loreto), giovane pilota da sempre innamorato di Gabriella.
La ragazza, però, a causa dei suoi impegni universitari, non può lavorare e così Gabriella decide di prendere il suo posto.
Sfortunatamente, proprio il primo giorno di lavoro, la ragazza preme un pulsante sbagliato e mette in funzione i macchinari mentre sta passando il capo, Marco Clemente, che rimane bagnato da cima a fondo.
Gabriella viene così licenziata ma è decisa a tornare sul posto di lavoro per farsi riassumere.
La sera stessa, la giovane, legge un articolo sul giornale dove si parla del ricevimento in onore di Marco Clemente in un club molto esclusivo, e decide di recarvisi per chiedere scusa di persona al suo capo e tentare di convincerlo affinché non la licenzi.
Così, dopo aver preso in prestito un bel vestito elegante che sua madre, sarta di professione, aveva confezionato per una sua cliente, si reca alla festa facendosi passare per la figlia di un invitato.
Marco invita la ragazza a cena e tra i due nasce da subito una speciale intesa e finiscono per passare la notte insieme, nell'appartamento dell'uomo.
Gabriella pensa di aver trovato l'amore della sua vita ma dovrà affrontare non pochi ostacoli.
Marco è infatti sposato con Claudia (Dalila Colombo) con la quale vive un rapporto difficile da anni, poiché la donna non ha potuto dargli un figlio e non è mai stata d'accordo con l'adozione.
Marco, però, ha una relazione con Irene (Carlota Sosa) che è la sua amante ufficiale e che vive con il suo denaro.
La donna incontra Gabriella proprio nell'appartamento di Marco, dove aveva sempre portato anche lei.
La povera ragazza, scontratasi con Irene, si convince così di essere stata ingannata e di non essere così speciale nella vita di Marco, come invece aveva creduto.
Ma la vita di Gabriella le riserva ancora tante amare sorprese: dopo aver subito un'aggressione da alcuni uomini che la scambiano per Irene, viene accusata di traffico di stupefacenti.
Uno degli aggressori, inoltre, inserisce in una cartella dei documenti che relazionano Gabriella alle imprese Clemente e al traffico di droga.
Per un terribile equivoco, Marco crede che la ragazza abbia usato la sua impresa come copertura per il traffico di stupefacenti e inizia ad odiarla per averlo utilizzato e di avergli mentito.
Dopo essersi ripresa dall'aggressione, Gabriella esce dall'ospedale e viene portata in prigione, dove scopre di aspettare un bambino.
Pochi giorni dopo, Marco va a trovarla e, pieno di rabbia e risentimento, le confessa tutto il suo disprezzo. La giovane gli rivela di aspettare un figlio da lui, ma Marco non le crede e l'accusa di mentirgli di nuovo.
Passano nove mesi e Gabriella partorisce un bel bambino, che chiama Diego e che affida alla madre.
Intanto Claudia, stanca del rapporto col marito e frustrata a causa della sua infertilità, decide di divorziare da Marco, il quale non riesce a dimenticare Gabriella e si rifugia tra le braccia della bella Eleonora (Gigi Zanchetta), ragazza dell'alta società con la quale si sposa.
Condannata a 12 anni, Gabriella riceve l'affetto dei suoi familiari, di Benavides, umile avvocato e proprietario della casa dove viveva con la madre e i fratelli, della sua amica di cella, Carmen, e di Davide Rangel, l'ispettore che è convinto della sua innocenza e che si è innamorato di lei.
La madre di Davide, Olvido, è una donna tormentata dai ricordi di un passato che ha sempre nascosto al figlio, passato che torna alla luce quando incontra il padre di Marco Clemente, che la rimprovera di aver abbandonato ventotto anni prima sia lui che suo figlio per sposare un altro uomo.
Dopo sette anni di reclusione, Gabriella è riuscita, grazie alle sue doti di sarta ereditate dalle madre, a lavorare per il laboratorio di cucito del carcere e, con un abile travestimento, riesce ad evadere dal carcere truccandosi e vestendosi da vecchietta.
Una volta fuori di prigione, Gabriella, spinta da un desiderio di vendetta, assume un'altra identità e cambia il suo nome in Rossella.
La ragazza, così, riavvicina Marco per conquistarlo e poi mandarlo in rovina, credendo che sia stato lui a metterle la droga nella borsa per farla arrestare e togliersela di mezzo.
Marco, intanto, ha seri problemi anche con la sua nuova moglie, Eleonora, dalla quale nemmeno riesce ad avere figli, a causa di una incompatibilità immunologica, nonostante i due, singolarmente, siano in grado di avere figli.
Marco conosce il piccolo Diego e, anche se non ha la certezza che sia suo figlio, sente per lui un affetto paterno.
Eleonora, intanto, rivede Alessandro (Fernando Carrillo), suo ex fidanzato e scopre di essere ancora innamorata di lui e rimane incinta del ragazzo.
Quando Marco scopre che il bambino non è suo, caccia Eleonora di casa e sposa Rossella, che nel frattempo ha conosciuto e della quale si è innamorato, non sapendo che in realtà è proprio la sua amata Gabriella....







CURIOSITA'
Sulla produzione
La telenovela ha avuto un remake dal titolo "Cambio de piel" con Coraima Torres (Kassandra) ed Eduardo Serrano, del 1997, prodotta da RCTV.
Nel 2002 è stata realizzata un'altra versione, molto più "libera", della storia, ovvero "Géminis, venganza de amor", con Ana Turpin e Manuel San Martin.

Sul cast
La telenovela doveva avere inizialmente come protagonista l'attore Gustavo Rodrìguez ma ci furono diversi problemi quando cominciarono a girare le prime scene. L'attore fu sostituito da Carlos Mata e la regia fu affidata a Tito Rojas, comprese le riprese in studio.

Anche l'attrice Doris Wells lasciò il set per motivi di salute e fu sostituita da Dalila Colombo.

Nella seconda parte della storia l'attore Carlos Mata ha dovuto interpretare il suo personaggio all'età di 50 anni e ciò non è stato facile perchè ogni giorno doveva sottoporsi a lunghe sedute di trucco per sembrare più vecchio.

Sulla messa in onda
La telenovela è andata in onda per la prima volta in Italia su Cinquestelle dall'ottobre 1988 per un totale di 155 episodi, per poi essere trasmessa su Rete 4 dal 1 dicembre 1992 al 7 gennaio 1994 per un totale di 228 episodi da 45 minuti.
Esiste anche una versione da 294 puntate andata in onda su tv locali.

Sulla colonna sonora
La sigla originale della telenovela è "A flor de piel", cantata da Luz Marina.
In Italia ha due sigle: "Solo importas tu" di Franco de Vita, e "Stella nascente" di Ornella Vanoni.
www.TELENOVELASMANIA.it

Contatti: info@telenovelasmania.it

Siti

Privacy Policy
 

 

© 2006-2020
Torna ai contenuti