Pantanal - Telenovelas Mania

telenovelasmania.it
LA TUA ENCICLOPEDIA DELLE TELENOVELAS
TELENOVELAS MANIA
Vai ai contenuti

Pantanal

Telenovelas elenco





DATI TECNICI
Titolo originale: Pantanal
Anno di produzione: 1990
Paese di produzione: Brasile
Casa di produzione: Rede Manchete
Regia: Jayme Monjardim
Soggetto: Benedito Ruy Barbosa
Episodi originali: 216 da 40-50 minuti
Episodi italiani: 150 da 50 minuti

CAST
Cláudio Marzo- Omar
Marcos Winter - Eros
Marcos Palmeira  - Tadeu
Cristiana Oliveira - Luna Marruá
Jussara Freire - Filó (Filomena Aparecida)
Tânia Alves - Filó da giovane
Elaine Cristina - Irma Braga Novaes
Carolina Ferraz - Irma da giovane
Ítala Nandi - Maddalena Braga Novaes
Ingra Liberato- Maddalena da giovane
Paulo Gorgulho- José Leôncio da giovane / José Lucas de Nada
Sérgio Britto - Antero Novaes
Nathália Timberg - Mariana Braga Novaes
José Dumont - Gil
Cássia Kiss - Maria Marruá
Marcos Palmeira - Tadeu  
Antônio Petrin - Tenório
Ângela Leal - Maria "Bruaca"
Luciene Adami - Guta (Maria Augusta)
Rosamaria Murtinho - Zuleica
Tarcísio Filho - Marcelo
Ernesto Piccolo - Reno (Renato)
Eduardo Cardoso - Robs ou Beto  
Andréa Richa - Muda
Sérgio Reis - Tibério
Almir Sater - Xeréu Trindade
Ângelo Antônio - Alcides
Rômulo Arantes - Levy
Marcos Caruso - Tião
Ewerton de Castro - Quim
Ivan de Almeida - Orlando  
Lana Francis - Teca
José de Abreu - Gustavo
Flávia Monteiro - Nalvinha
Giovanna Gold - Zefa
João Alberto Carvalho - Zaqueu
Oswaldo Loureiro - Chico
Sérgio Mamberti - Dr. Arnaud
Rubens Corrêa - deputato Ibrahim Chaguri
Gláucia Rodrigues - Matilde
Júlio Levy - Davi
Luiz Henrique Sant'Agostinho - Ari
Gisela Reimann - Érica
Buza Ferraz - Grego
Flora Geny - Ana
Antônio Pitanga - Túlio
Enrique Diaz - Chico
Alexandre Lippiani - Raimundo
Geisa Gama - Rosa
Kátia D'Angelo - Generosa
Paulo Vinícius - José Leôncio bambino
Christian Lima - José Lucas bambino
Renan Itaborahy Cabizuca - Erosntino da giovane
Thiago Frota - Erosntino bambino
Jessica Canoletti - Luna bambino
Antônio Gonzalez - Bruno
Haroldo Costa - padre Antônio
Luiz Armando Queiroz - Carioca
Jairo Lourenço - Otávio
Silvio Pozatto - Rúbem
Jairo Lourenço - Otávio  
Sílvio Pozatto - Rúbem
Leandra Leal - Maria Marruá Leôncio
Rose Abdallah - Myriam
Fausto Ferrari - Teodoro
Leila Lopes - Lúcia

TRAMA GENERALE
Siamo negli anni '40. Omar insieme a suo padre, un bracciante del Mato Grosso, arriva nel Pantanal.
I due, una volta stabiliti nella regione, comprano una fazenda e diventano i principali allevatori di buoi della zona, principalmente di "marruàs", un tipo particolare di buoi selvaggi.
Omar ha un figlio da Maddalena, una ragazza carioca (ossia nata a Rio de Janeiro, città bagnata dal fiume Carioca), Eros.
Omar viene abbandonato da Maddalena, la quale non gli farà conoscere nemmeno suo figlio, ma trova la felicità al lato di Filò, un ex-prostituta che tenta di proteggere assumendola come impiegata nella sua fazenda.
La donna ha già un figlio, Tadeu, e Omar lo riconosce come suo.
Dopo venti anni, il figlio legittimo, Eros, decide di conoscere suo padre, ma lo shock culturale è così grande che i due incontrano serie difficoltà per capirsi.
Deriso da tutti per il suo modo di parlare, tipico di un giovanotto di città, Eros ritorna a Rio, ma portando con sé Luna Marruá, una ragazza selvaggia, senza cultura ma molto bella e sensuale, della quale si innamora.
Gli abitanti del Pantanal, grazie ad una leggenda popolare, sono convinti che, come sua madre, Luna si trasformi in giaguaro.
La ragazza non riesce a vivere a Rio e vuole ritornare nella sua terra, così Eros l'accompagna, disposto ad adattarsi allo stile di vita locale.
Luna e Eros vivranno un intensa e appassionata storia d'amore tra i colori della giungla e della spettacolare natura incontaminata del posto che li circonda...




CURIOSITA'
Sulla produzione
La telenovela “Pantanal” prende nome da un’immensa pianura alluvionale sita nell’entroterra dell’America Latina e che si estende per circa 150.000 Kmq ed è situata prevalentemente in Brasile e in parte anche in Bolivia e Paraguay.
Il termine “pantanal” prende origine dal portoghese “pantano” che significa palude. Infatti, questa località, presenta un clima molto piovoso, con una “stagione delle piogge” che dura per ben 9 mesi all’anno, motivo per cui buona parte della sua superficie è sommersa da acque.
Pantanal presenta delle caratteristiche peculiari differenziandosi per una grande varietà di piante ed animali.
Tra questi i più caratteristici sono il caimano (simile al coccodrillo), il capibara (il roditore di maggiori dimensioni) i formichieri giganti e diversi uccelli tra cui il Piranha rosso.
Gli abitanti, noti come “pantaneiros”, vivono in sintonia con la natura selvaggia del luogo e la loro principale attività è l’allevamento del bestiame.

La telenovela è stata scritta da Benedito Ruy Barbosa, quando l'autore lavorava ancora per TV Globo, e il titolo originale doveva essere "Amor Pantaneiro".
Il testo però non fu accettato dall'emittente che all'epoca non poteva affrontare tutte le difficoltà, soprattutto tecniche, per girare una serie tv in una regione dove la comunicazione con le grandi città era difficile, oltre alle condizioni specifiche di quell'area geografica piena di fiumi.
Dopo i sopralluoghi deludenti, la Globo affermò di non voler investire in questa novela e di non poter acquistare i carissimi macchinari necessari per la produzione.
Così propose all'autore di realizzare la novela in una fazenda carioca o paulista per facilitare le riprese, ma Benedito non accettò perchè voleva girarla a tutti i costi nel Pantanal.
L'autore ricevette così la chiamata di Jayme Monjardim, che all'epoca era direttore artistico della rete Manchete che gli offrì di lavorare per lui e di girare la telenovela nel Pantanal, come desiderava.
Fu così, allora, che la telenovela diventò un prodotto di Rede Manchete.
Il successo fu strepitoso e Benedito Ruy Barbosa fu contrattato per scrivere altre storie come "Renascer", "O rei do gado" e "Terra nostra", molto conosciuta al pubblico italiano.

Per realizzare le riprese nel Pantanal, il cast raggiungeva Campo Grande, capitale del Mato Grosso do Sul, con l'aereo. Da lì prendevano un altro aereo per raggiungere la Fazenda Rio Negro che anticamente apparteneva alla famiglia Rondon e poi fu venduta ad un'associazione, la CI (Conservation International), che fece arrivare persone da tutto il mondo per svolgere ricerche scientifiche sulla fauna e la flora in ecosistemi come il Pantanal, l'Africa e molti altri.
(Attualmente la Fazenda Rio Negro è meta di turismo).
Durante le riprese, però, non c'era nè televisione nè telefono.
La comunicazione con Rio de Janeiro e Sao Paulo veniva effettuata tramite radio.
La telenovela si divide in due parti, separate l'una dall'altra da ben 25 anni. Nella prima parte, che va dalla fine degli anni 40 fino all'inizio degli anni 60, racconta la saga di due famiglie, quella di Joventinho che porta suo figlio Leoncio nel Pantanal, e quella di Maria Marruà e di suo marito Gil, che dopo aver perso tutto, si trasferisce anch'essa in quella regione.
Sul cast
Pantanal presenta nuovi attori al pubblico brasiliano e questa scelta conferisce una sensazione di freschezza, di novità, che ha contribuito al successo della telenovela.
Nel 1989 Cristiana Oliveira cominciò a girare Pantanal, nel ruolo di Juma, che inizialmente era destinato all'attrice Gloria Pires.
Cristiana si offrì di interpretarlo perché si era completamente innamorata del copione e della storia in generale.
La scelta si rivelò azzeccata tanto che l'attrice ricevette il premio "Revelação do Ano".

Il personaggio di Roberto, figlio di Tenorio, inizialmente fu girato da Livingstone Trobilio. Per motivi di studio, l'attore fu sostituito da Eduardo Cardoso. Nella vita reale i due andavano a scuola insieme.
L'attrice Luciene Adami, Guta in "Pantanal", ha ottenuto un grande successo, tanto da apparire sulla copertina della rivista "Playboy", nel gennaio del 1991.
Sulla sigla e la colonna sonora
La presentatrice Nani Venâncio, molto famosa all'epoca, partecipò alla telenovela diventando modella nella sigla d'apertura di "Pantanal", dove si trasformava in un giaguaro.

La sigla di apertura è "Pantanal", eseguita dall'orchestra Sagrado Coraçao da Terra.
Sulla messa in onda
La telenovela è stata trasmessa per la prima volta in Brasile su Rede Manchete, il 27 marzo 1990, alle 21:30, dopo il TG "Jornal da Manchete", fino al 10 dicembre dello stesso anno.
Fu ritrasmessa altre due volte: alle 19:30, dal 17 giugno 1991 al 18 gennaio 1992, e alle 21:30 dal 26 ottobre 1998 al 14 luglio 1999, questa volta in edizione completa, ossia in 217 capitoli.
La seconda replica sostituì la telenovela "Brida".
La Rete Manchete sarà poi venduta poco dopo l'ultima replica di "Pantanal", che fu conclusa da un'altra emittente, RedeTV!.

La SBT comprò la novela e la ritrasmise alle 22:00 dal 9 giugno 2008 al 13 gennaio 2009.
Questa decisione diede vita ad una battaglia giudiziaria con la Rede Globo, la quale affermava di essere in possesso dei diritti della telenovela, acquistati direttamente da Benedito Ruy Barbosa.
Il pubblico ricorda la telenovela come la prima che riuscì a battere in termini di audience l'emittente Rede Globo.
Infatti dopo una sola settimana di messa in onda, "Pantanal" registrò 11 punti di media, numero considerato alto, dato che la media minima era di 10 punti.
L'ultima settimana di messa in onda registrò 29 punti di media, con sorprendenti picchi di 40 punti, diventando la prima e l'unica telenovela non della Globo, a raggiungere questi risultati.
L'ultimo capitolo raggiunse i 38 punti di media con picchi di 43 punti.
A 18 anni dalla sua prima messa in onda, la telenovela tornò a battere la Rede Globo in termini di audience.
Durante la pubblicità della telenovela su SBT, lo slogan diceva: "Domani, dopo la puntata della novela della Globo, "A favorita", cambiate canale e vedete "Pantanal"!



www.TELENOVELASMANIA.it

Contatti: info@telenovelasmania.it

Siti

Privacy Policy
 

 

© 2006-2019
Torna ai contenuti