La mia vita per te - Telenovelas Mania

telenovelasmania.it
LA TUA ENCICLOPEDIA DELLE TELENOVELAS
TELENOVELAS MANIA
Vai ai contenuti

La mia vita per te

Telenovelas elenco





DATI TECNICI
Titolo originale: Vivir un poco  
Anno di produzione: 1985   
Paese di produzione: Messico
Regia: Rafael Banquells e Pedro Damiàn  
Soggetto: Luis Arturo Moya Gray Saud   
Puntate: 96 puntate da 45 minuti
Sigla: "Vivir un poco" di Amparo Rubìn

CAST
Angélica Aragón - Andreina Santos y Ruvalcaba de Merisa Obregón
Rogelio Guerra - Gregorio Merisa Obregón
Beatriz Sheridan - Aura Merisa Obregón
Irma Lozano - Rosa Merisa Obregón
Juan Antonio Edwards - Ruggero de la Garza Estravados
Felicia Mercado - Maddalena Armenteros Dávalos
Claudio Báez - Armando Fontes
Nuria Bages - Alfonsina Dávalos de Fontes
Gregorio Casal - Gonzalo Marcos
Inés Morales - Lilia de Marcos
Carlos Ancira - Abundacio Llanos del Toro
Arturo Peniche - Adrián Merisa Obregón
Patricia Pereyra - Atenas Merisa Obregón
Alberto Mayagoitía - Aldo Merisa Obregón
Roberto Ballesteros - Marcos Llanos del Toro
Manuel "Flaco" Ibáñez - Leonardo Rafael Fernández
Rafael Inclán - Filogonio Llanos del Toro "Marabunta"
Augusto Benedico - Padre Benigno
Alma Delfina - Paolina Fernández
Jaime Garza - Tintoretto Fernández
Yula Pozo - Oriana de Fernández
Aurora Molina - Vincenzina Morán "La Muda"
Liliana Weimer - Silvina
María Martín - La Baronessa
Gastón Tuset - Alessandro Luccino
Alejandro Landero - Luchito "El chico"
Miguel Cane - Rogelio (10 anni)
Claudia Puenzo - Atenas (7 anni)
Bernhardt Seifert - Adrián (10 anni)
Ines Morales - Lilia
Claudio Baez - Armando
Cecilia Gabriela - Sara
Aurora Clavel - Sabina
Jorge Lavat - Antonio Buenrostro
Roxana Saucedo - Serena
Wolf Rubinsky - Alcaide del carcere
Bety Catania - Gina
Rocío Sobrado - Connie
Yula Pozo - Oriana Fernàndez
Jorge Santos - Detective Rivas
Claire D'Acquarone - Marta Estravados de De la Garza
Juan Carlos Serrán - Assistente di volo
Eduardo Borja - Don Facundo
Raquel Argandoña - Raquel

E con:
Gerardo Murguía
Cynthia Klitbo
Omar Fierro
René Muñoz

TRAMA GENERALE
Andreina si trova in carcere condannata ingiustamente; vent'anni prima la donna si trovava a Buenos Aires con un gruppo di amici e il marito, Gregorio, per una vacanza.
Nell'hotel in cui alloggiavano, una notte si sentì uno sparo proveniente dalla stanza vicina a quella di Andrea e quando gli amici accorsero, trovarono una giovane donna, Marta, uccisa e al suo fianco Andreina con una pistola in mano.
Prima dell'episodio Andreina e Gregorio erano una coppia molto affiatata e legata da un profondo affetto.
Purtroppo, in conseguenza all'arresto, Gregorio decide di chiedere il divorzio.
Nei vent'anni trascorsi da Andreina in carcere, Gregorio è diventato un grosso dirigente di un impero industriale.
Lo affianca nella direzione Rogelio, figlio di Marta, la donna uccisa da Andreina.
Per Gregorio, Rogelio è come un figlio, al pari degli altri tre suoi figli: Adriano, Adelia e Aldo.
Nella grande villa di Gregorio vivono anche le sue due sorelle, Aura e Rosa.
Aura, fra le due, è la più problematica: molto autoritaria, domina completamente i fratelli.
Le due donne hanno chiarito ai figli di Gregorio che fino a quando il loro padre non si risposerà, saranno loro a mandare avanti la casa, la famiglia e la loro educazione, cosa che fanno con grande severità.
Hanno inoltre spiegato ai ragazzi che la loro madre è morta e nel salotto della villa campeggia un ritratto di donna che non è Andreina, a ricordo della defunta.
Nel frattempo Gregorio frequenta una splendida ragazza, molto più giovane di lui, Maddalena, che l'uomo ha tutte le intenzioni di sposare.
Ma, inaspettatamente, Andreina viene rilasciata per buona condotta e, anche se segnata dal tempo e dal dolore, vuole riprendere il suo ruolo di donna e di madre.
Per fare questo dovrà mettere a dura prova la sua pazienza, lo spirito di sacrificio e l'amore di cui è capace.
Sarà un ritorno difficile per lei e una grande sorpresa per tutti gli altri.
Andreina si avvicinerà a Gregorio, il quale abbandonerà Maddalena e la sposerà per la seconda volta.
In questo modo Andreina diventa la matrigna dei suoi propri figli, i quali, però, non l'accettano rendendole la vita impossibile.
Poco a poco la donna riuscirà a guadagnarsi il loro affetto e contemporaneamente cercherà di capire chi è il vero assassino di Marta...





CURIOSITA'
Sulla produzione
Inizialmente la telenovela doveva intitolarsi "Morir un poco" ma poi Valentín Pimstein preferì "Vivir un poco", che coincideva con le iniziali del produttore (VP).

La telenovela ha avuto altre versioni:
- La madrastra, cilena prodotta da Canal 13 nel1981, con Jael Unger e Walter Kliche;
- Para toda la vida, co-produzione Televisa e Megavisión del 1996, con Ofelia Medina e Exequiel Lavanderos;
- Forever, telenovela statunitense prodotta da FOX e Televisa nel1996, con Maria Mayenzet e James Richer;
- La madrastra, telenovela messicana prodotta da Salvador Mejía per Televisa nel 2005, con Victoria Ruffo e César Évora;
- ¿Quién mató a Patricia Soler?, telenovela colombiana prodotta da RCN Televisión nel 2014, con Itatí Cantoral e Miguel de Miguel.

Il finale della storia è stato un mistero fino all'ultimo anche per il cast della telenovela, che è venuto a conoscenza dell'assassino di Marta Estravados de Andrave solo durante le riprese!
In un principio non era quello che tutti conosciamo, ma solo un sogno della protagonista; Andreina Santos viene svegliata dalla sua carceriera che le grida di presentarsi davanti al direttore della prigione argentina dove si trova nei primi capitolo della telenovela. La donna parla con l'uomo che le dice che è stata emessa la sentenza definitiva: dovrà morire sulla sedia elettrica.
Andreina è sconvolta e grida di essere innocente, poi però ricorda il sogno che ha fatto, quel sogno che le ha dato la possibilità di "vivir un poco" (vivere per un po').
Successivamente, scartato questo finale, si preferì l'happy end con il classico matrimonio dei personaggi Tintoretto e Adela.

Sul cast
Il ruolo della protagonista fu offerto a Jacqueline Andere ma l'attrice non accettò. Fu proprio Rogelio Guerra a proporre a Valentín Pimstein il nome di Angélica Aragón.

Sulla colonna sonora
La sigla della telenovela è "Vivir un poco", cantata da Amparo Rubìn.

Sulla messa in onda
La telenovela è andata in onda per la prima volta in Messico il 2 settembre 1985 per concludersi il 18 aprile del 1986.
In Italia è arrivata su Rete A dal 29 dicembre 1986 al 29 aprile 1987.





I PERSONAGGI


  
Angélica Aragòn (Andreina)   -   Rogelio Guerra (Gregorio)

  
Beatriz Sheridan (Aura)    -    Irma Lozano (Rosa)

  
Patricia Pereyra (Adela)  -   Arturo Peniche (Adriano)

  
J. Antonio Edwards (Ruggero) - Alberto Mayagoititia (Aldo)

  
Felicia Mercado (Maddalena)   -   Nuria Bages (Alfonsina)

  
Liliana Weimer (Silvina)   -  Augusto Bendico (Padre Benigno)

  
Rafael Inclán (Filosonio "Marabunta")  - Roberto Ballestreros (Marco)

  
Gaston Tuset (Alessandro)   -  Alma Delfina (Paolina)

  
  Jaime Garza (Tintoretto)   -   Inés Morales (Lilia)

   
Carlos Ancira (Abundancio)   -  Claudio Baez (Armando)

  
Gregorio Casal (Gonzalo)   -   (Lupita)

  
Yula Pozo (Oriana)   -   Manuel "Flaco" Ibáñez (Leonardo Rafael)

  
María Martín (La Baronessa)   -   Alejandro Landero (Luchito)






TRAMA COMPLETA
(Trama a cura di Marianna. E' vietato copiare il contenuto in altri siti. Grazie)

PARTE PRIMA
Antefatto: Andreina Santos, condannata a 20 anni per un delitto che non ha commesso, è rinchiusa nel carcere di Buenos Aires dal 1965.
All'epoca dell'arresto la donna si trovava in vacanza con il marito Gregorio Merisa Obregon e i due figli, Adriano e Adelia, insieme ad alcuni amici: Gonzalo Marcos e la moglie Lilia; Armando Larrea e la moglie Alfonsina Dàvalos; Antonio Llanos de Toro, socio di Gregorio.
Un giorno nell'hotel in cui alloggiavano si sentì uno sparo provenire dalla stanza vicina a quella di Andreina e Gregorio. La donna si precipitò nella camera accanto trovando Marta Estravados uccisa con un colpo di pistola. Senza riflettere Andreina prese l'arma per poi essere sorpresa dalle altre persone accorse sul posto che fin da subito la ritennero responsabile del delitto.
Subito dopo il suo arresto, Andreina dovette subire anche la delusione del divorzio, chiesto dal marito, con il quale fino ad allora aveva formato una coppia affiatata e felice. E mentre la donna scontava i suoi anni di detenzione in carcere, l'ex marito aveva cercato di dimenticare il passato, liberandosi di tutti i ricordi che la riguardavano.

Gregorio è un grosso dirigente d'azienda, a capo di uno degli imperi industriali più vasti del paese. Per gestire i suoi affari si avvale di Rogelio, figlio di Marta, la donna per il cui omicidio Andreina, sua ex moglie, venne accusata.
Nella grande villa in cui vive la famiglia di Gregorio ci sono anche le due sorelle dell'uomo, Aura e Rosa, la prima cinica e autoritaria, l'altra debole e succube della maggiore, e Aldo, un personaggio avvolto da tanto mistero...
Per giustificare i molti anni di assenza della madre, Gregorio ha preferito far credere ai figli che Andreina fosse morta e ha sostituito le sue fotografie con quelle di un'altra donna.
Un giorno Andreina, dopo aver chiesto varie volte la grazia, viene rilasciata per buona condotta ma, pur essendo molto felice per la libertà che ha riacquistato, ha bisogno che le venga riconosciuta la sua innocenza e pianifica di vendicarsi del marito e riconquistare l'affetto dei figli, da troppo lontani da lei.
Gregorio, intanto, ignaro della scarcerazione di Andreina, vorrebbe sposare Maddalena Avalos, una giovane donna che frequenta da qualche tempo, ma i tre figli non vogliono che la donna prenda il posto della loro madre. Anche le sorelle di Gregorio si oppongono al matrimonio e ricordano al fratello un antico giuramento fatto anni prima che potrebbe far riemergere alcune verità pericolose.
La notizia del fidanzamento di Gregorio e Maddalena, mette in allarme anche Lilia che, pur essendo sposata con Gonzalo, suo socio, in passato ha avuto una relazione con lui e ne è ancora innamorata. La donna conosce la verità sulla morte di Marta e minaccia di raccontare tutto ciò che sa, in particolare a Ruggero che ignora che sua madre sia stata assassinata.
Gregorio è costretto a parlare con il giovane prima che lo faccia Lilia. Ruggero è sconvolto e giura di uccidere la colpevole se un giorno verrà rilasciata.
Maddalena vede minacciata la sua relazione ma può contare sull'aiuto di sua zia Alfonsina, che si reca a casa di Gregorio per impedire ad Aura e a Rosa di ostacolare le nozze della nipote.
La donna minaccia di rivelare a tutti il segreto sull'identità dei genitori di Aldo.
Aura, allora, prova ad offrire alla donna una grossa somma di denaro, chiedendole di convincere Maddalena ad allontanarsi da Gregorio.
Alfonsina racconta tutto alla nipote che però decide di parlarne subito con Gregorio. Offesa, la giovane inizia a pensare di separarsi da lui.
Andreina, intanto, parla con il suo amico e avvocato Alessandro, che la aiuterà a scoprire il vero assassino di Marta. L'uomo è innamorato di lei ma la donna si ritiene incapace di amare e pensa solo al suo piano di vendetta e a tornare in Messico al più presto.
Ottenuta la resa delle sorelle, Gregorio riesce a riconciliarsi con Maddalena e organizza un ricevimento per festeggiare il loro fidanzamento.
Andreina riesce a raggiungere il Messico proprio in quei giorni e va a far visita a padre Benigno, al quale racconta ogni sua preoccupazione.
La donna è molto cambiata, è piena di amarezza e disillusione per la terribile ingiustizia che è stata costretta a subire. Nessuno infatti all'epoca dei fatti aveva dimostrato nei suoi confronti la minima fiducia...

PARTE SECONDA
I lunghi anni di prigionia trascorsi nel carcere di Buenos Aires hanno profondamente cambiato Andreina, ormai piena di amarezza e disillusione per la terribile ingiustizia che è stata costretta a subire quando è stata accusata di un omicidio che non ha commesso.
Nessuno all'epoca del delitto ha mostrato fiducia in lei, nemmeno il marito Gregorio che, di fronte alle prove schiaccianti che la accusavano, non ha esitato a non credere alla sua colpevolezza e a divorziare da lei. In realtà la donna si era trovata sul luogo del delitto pochi secondi dopo che il vero assassino portasse a compimento la sua macabra missione.
Ora che la giustizia le ha mostrato clemenza, Andreina è combattuta tra la volontà di vendicarsi di coloro che l'hanno fatta soffrire e l'amore che sente ancora per suo marito che è in procinto di sposarsi con un'altra donna, Maddalena.
Prima di vendicarsi di coloro che le hanno fatto del male, Andreina vuole riscattarsi di fronte alla società e ricostruire la sua immagine di donna e di madre. Solo allora potrà trovare la forza e il coraggio necessari per rivelare ai figli la verità. I tre ragazzi continuano a credere però che la loro madre sia morta anni addietro...

Andreina continua ad interrogarsi su chi sia il vero assassino di Marta e confida tutti i suoi pensieri a padre Benigno, l'unico che fino a quel momento sa che è stata scarcerata.
Andreina apprende dal sacerdote che Gregorio ha fatto credere ai suoi figli che la loro madre sia morta e che ha appeso il ritratto di un'altra donna nel salone della villa, facendola passare per lei. La donna allora va a cercare il marito nel suo ufficio...
Andreina viene accolta da Ruggero, figlio di Marta, la donna che tutti credono che lei abbia ucciso. Il giovane rimane affascinato da lei e comunica a Gregorio che una misteriosa donna vuole parlargli. Gregorio non immagina nemmeno che si tratti della sua ex moglie.
Maddalena, intanto, viene tormentata, fin dal giorno del ricevimento in onore del fidanzamento con Gregorio, da Marcos, col quale ha avuto una relazione e che ora minaccia di raccontarlo al suo futuro marito. In cambio del suo silenzio, Marcos chiede a Maddalena di aiutarlo a far colpo sulla giovane Adelia.
Andreina, dopo aver telefonato a casa Obregon, invita Gregorio, Aura e Rosa in un albergo per parlare di una cosa importante. I tre sono molto inquieti ma decidono di accettare.
Alla "riunione" sono presenti tutti quelli che erano con Andreina in Francia il giorno dell'omicidio di Marta. La donna comunica di voler dimostrare la propria innocenza e dichiara di essere perfettamente a conoscenza delle dinamiche del delitto, commesso di certo da uno di loro.
Per individuare il vero colpevole, Andreina spera che prima o poi, oppresso dai sensi di colpa, o terrorizzato all'idea di finire in carcere, compia un passo falso e riveli la propria identità. Mentre tutti sono spaventati dalle parole di Andreina, Gregorio è preoccupato per i suoi figli poiché ha sempre mentito loro e non vuole sconvolgergli la vita.
Dopo mesi spesi ad osteggiare le nozze tra Gregorio e Maddalena, Aura, dopo aver rivisto Andreina, si allea con la giovane Davalos, pur di sottrarre il fratello alle mire dell'ex moglie dell'uomo. Il matrimonio con Maddalena, infatti, per Aura significherebbe un allontanamento di Andreina da Gregorio e l'abbandono della sua folle idea di riconquistare i figli.
Mentre il vero colpevole della morte di Marta trema all'idea di essere smascherato, per ironia della sorte, Ruggero, figlio della donna, si innamora di colei che è stata accusata dell'omicidio, Andreina, che però non lo ricambia.
Gregorio, colpito dalla determinazione dell'ex moglie nel voler appurare la verità, comincia a pensare che forse l'ipotesi della sua innocenza non andava scartata così in fretta..  


IN AGGIORNAMENTO...

www.TELENOVELASMANIA.it

Contatti: info@telenovelasmania.it

Siti

Privacy Policy
 

 

© 2006-2020
Torna ai contenuti