(Venezuela, 1988)

Titolo originale: Abigail
Anno di produzione:
1988

Casa di produzione: Coral (Venezuela)
Regia: Tito Rojas
Soggetto:
Mariana Lujan

Puntate: 257 puntate da 45 minuti

Catherine Fulop - Marilena
Fernando Carrillo - Alessandro
Hilda Abrahamz -  Maria Chiara/Maria Paola
Manuel Carrillo -  Chicco
Hylenne Rodriguez - Sabrina
Rosita Vasquez - Marta
Guillermo Ferràn -  Maurizio
Roberto Moll - Alvaro
Virginia Urdaneta - Cristina
Dalila Colombo - Rossella
Dante Carle - Agostino
Leonardo Oliva - Oropeza
Marisela Buitrago - Viviana
Ricardo Garcia - Enrico
Rita de Goys - Jennifer
Zulay Garcia - Lucia
Gabriela Gerbes - Serena
Romelia Agϋero - Betty
Carmen Alicia Mora - Luciana
Ileana Jacket - Lucilla
Gladys Ibarra - Patrizia
Adolfo Cubas - Lorenzo
America Barrio - Suor Teresa
Antonio Machuca - Julian Godar

Marilena è una ragazza ricca e viziata, allieva di un esclusivo collegio di suore. La sua più grande passione è quella di far innamorare il suo insegnante di lettere, Alessandro, un giovane appartenente ad una classe sociale inferiore. Alessandro non vuole cedere alla corte della sua allieva, pertanto si fidanza con Maria Chiara, sua collega di lavoro, e in seguito decide di sposarla.
Marilena, dal canto suo, non si dà per vinta e continua nel suo intento di conquistare il suo insegnante, il quale nel frattempo si rende conto di non essere felice con sua moglie. Quindi Alessandro scopre di essersi innamorato di Marilena, con la quale comincia una relazione extraconiugale e in un secondo momento, spinto dalla ragazza, divorzia da Maria Chiara.
I due desiderano unire le loro vite ma sono inevitabilmente destinati a fare i conti con i loro genitori, i quali, benché inizialmente non approvino la loro decisione, finiscono presto per acconsentire alle loro nozze. Alessandro e Marilena quindi si sposano ma presto si rendono conto di essere completamente diversi per carattere e mentalità.
Il giovane, che nel frattempo è divenuto un ricco uomo d'affari grazie ad un'eredità lasciatogli da uno zio, è intenzionato a partire per l'Europa nella speranza di dimenticare Marilena. La ragazza invece scopre di essere figlia illegittima e fugge di casa per trasferirsi in una misera pensione dove in seguito apprende di essere in stato interessante.
Trascorrono i mesi e Marilena, cosciente di continuare ad amare Alessandro, decide di andarlo a trovare per parlargli della sua gravidanza ma viene ricevuta dalla madre del ragazzo che la umilia e la scaccia malamente. Allo scadere dei nove mesi dà alla luce una bambina ma, ancora troppo immatura e inesperta, rimane sconvolta da quanto le fosse accaduto in così poco tempo. In preda allo shock affida il figlio ad una tassista e in seguito comincia a vagare per la città senza meta. La giovane, inoltre, comincia a dimostrare evidenti segni di squilibrio mentale tanto che viene ricoverata in una clinica psichiatrica.
Alessandro, nel frattempo ritornato dal suo viaggio, quando apprende della gravidanza di Marilena comincia a cercarla disperatamente. Dopo vari tentativi riesce finalmente a rintracciarla ma rimane addolorato nel vederla tanto sconvolta e sofferente. La ragazza asserisce di aver abbandonato il figlio ma nessuno dei familiari le crede e si convincono pertanto che il suo stato fosse dovuto piuttosto alla morte del bimbo.
In queste circostanze Alessandro e Marilena si riconciliano e l'uomo, per colmare il vuoto che regna nella vita della poveretta, decide di adottare una bambina alla quale danno il nome Sabrina. Intanto Marilena, una volta ripresasi, comincia le ricerche del figlio ma senza ottenere alcun risultato.
Passano gli anni durante i quali Marilena non ha mai potuto fare a meno di pensare al figlio che aveva abbandonato. Costui si chiama Chicco e, senza essere a conoscenza delle sue origini, vive con Cristina, la donna alla quale l'aveva affidato.
Una notte il ragazzo si introduce proprio in casa di Marilena con l'intento di rubare ma, a causa della sua inesperienza, Alessandro lo coglie in flagrante e lo denuncia alla polizia. Marilena, al contrario, presto simpatizza per il giovane che intende aiutare ad uscire di prigione. La donna un giorno si incontra con Cristina, la madre adottiva di Chicco, e, riconoscendola, scopre che il ragazzo è niente meno il figlio che per anni aveva tanto desiderato ritrovare. Inizialmente preferisce evitare di rivelargli la verità poiché intende guadagnarsi la sua fiducia, aiutandolo a reinserirsi nella società e regalandogli un appartamento.
Alessandro, intanto, insospettitosi del comportamento della moglie, vorrebbe scoprire cosa gli stesse nascondendo. Quando scopre che Marilena frequenta Chicco, ignorando completamente la verità, pensa che il ragazzo sia il suo amante. Tra i due i rapporti cominciano a deteriorarsi a tal punto che decidono di separarsi...

  

 

 

 

 

 

 

 

 

 







[bangiu.htm]