Passione - Telenovelas Mania

telenovelasmania.it
LA TUA ENCICLOPEDIA DELLE TELENOVELAS
TELENOVELAS MANIA
Vai ai contenuti

Passione

Inedite Anno





DATI TECNICI
Titolo originale: Passione
Anno di produzione: 2010
Paese di produzione: Brasile
Casa di produzione: Rede Globo
Scritta da: Silvio de Abreu
Regia: Carlos Araujo, Luiz Hernique Rios e Denise Saraceni
Scelta cast: Denise Saraceni
Episodi: 209 da 50 minuti

CAST
Fernanda Montenegro - Bete Gouveia
Mauro Mendonça - Eugênio Gouveia
Marcello Antony - Gerson Gouveia
Mayana Moura - Melina Gouveia
Werner Schüneman - Saulo Gouveia
Maitê Proença - Stella Gouveia
Cauã Reymond - Danilo Gouveia
Mariana Ximenes - Clara
Rodrigo Lombardi - Mauro
Carolina Dieckmann - Diana Rodrigues
Tony Ramos - Antonio Mattoli (Tótó)
Aracy Balabanian - Gema Mattoli
Daniel de Oliveira - Agnello Mattoli
Leandra Leal - Agostina Mattoli
Bruno Gagliasso - Berillo
Reynaldo Gianecchini - Fred
Vera Holtz - Candê
Larissa Maciel - Felícia
Bianca Bin - Fátima
Francisco Cuoco - Olavo
Irene Ravache - Clô
Gabriela Duarte - Jéssica
Cleyde Yáconis - Dona Brígida
Emiliano Queiroz - Nono Benedeto
Daisy Lucidi - Valentina
Marcelo Médici - Mimi
Alexandra Richter - Jackie
Tammy Di Calafiori - Lorena
Kayky Brito - Sinval
Gabriel Wainer - Chulepa
Kate Lyra - Myrna
Germano Pereira - Adamo
Gabriela Carneiro da Cunha - Cris
Miguel Roncato - Alfredo
Carol Macedo - Kelly
Rosana Stavis - Olga
Andre Luiz Frambach - Cridinho

TRAMA GENERALE
La famiglia Gouveia viene sconvolta, dopo la morte di Eugenio, marito della matriarca Bete, dalla scoperta dell'esistenza di un nuovo erede.
Si tratta di Tony, uomo di mezza età che ora vive in Italia con i suoi figli e sua sorella Gemma, e che non è a conoscenza delle sue origini.
L'uomo è stato, infatti, portato dai domestici di Bete in Italia, quando era appena nato.
La notizia arriva a Clara, cameriera dei Gouveia, che insieme a Fred, suo complice, si reca in Toscana per truffare Tony e appropriarsi della sua eredità.
Tony si innamora della bella e giovane Clara, che ribattezzerà Chiara, e finirà per sposarla.
L'uomo, però, scoprirà di essere stato ingannato quando tornerà in Brasile a conoscere la madre e i fratelli.
Saulo, fratello maggiore, non accetta la sua presenza e vorrebbe appropriarsi lui di tutto il patrimonio e gestire l'azienda di famiglia.
Bete non ha fiducia in lui e ciò provocherà non pochi problemi sia a lei che al resto della famiglia.
Inoltre nel corso della storia ci saranno misteriosi omicidi che saranno svelati solo al termine della telenovela...






CURIOSITA'
Sulla produzione e la location

"Passione" è stata girata in varie località di San Paolo (Brasile), in studi e città scenografiche costruite al Projac, a Rio de Janeiro, e in Toscana, precisamente tra Firenze e Siena.
Le città toscane più ricorrenti nella trama sono: Montepulciano, Monticchiello, San Quirico, Pienza, San Glagono, Chisa di San Giovanni Battista, Montechiaro, Monteriggioni, Hotel Locanda dell'Amorosa e Stazione di Buonconvento.
Alcune scene sono state girate anche a Roma.
Le città brasiliane che hanno fatto da sfondo alla storia sono: Morumbi, Jardins e Tatuapè (a San Paolo), Avenida Paulista, Universidade de Sao Paulo e a Ceagesp, uno dei mercati ortofrutticoli più importanti del mondo.

Creare le città scenografiche della Toscana al Projac è stato uno dei lavori più duri e difficili, ma anche uno dei più riusciti.
Per riprodurre il più fedelmente la realtà toscana, l'equipe ha effettuato 3 viaggi in Italia, più di 6 mila foto e una ricerca di 6 mesi per trovare le piazze, le strade, le case, i negozi e tutti i vari edifici che servivano alla novela.

La città fittizia di Laurenza in Chianti, fu un mix delle città di San Quirico d'Orcia, San Gimignano, Monteriggioni, Montalcino, Montepulciano e Siena.

Il velodromo di Jacarepaguà, a Rio de Janeiro, costruito per i Giochi Pan-Americani, è servito come scenario per i fratelli ciclisti Sinval e Danilo.

Le riprese in Toscana si sono verificate nella stagione invernale e, per questo, non essendo la stagione di raccolta, è stato necessario realizzare 4 mila olive finte per la famiglia Mattoli.

L'autore Silvio de Abreu ha scritto originariamente in italiano i dialoghi dei personaggi toscani che compongono il cast.
Prima della registrazione, gli attori hanno seguito delle lezioni di pronuncia tenute da Cecilia Casini, professoressa di italiano dell'Università di Sao Paulo.

Sul cast
"Passione" riunisce un gran numero di attori veterani della tv brasiliana, come Fernanda Montenegro, Cleyde Yaconis, Francisco Cuoco, Aracy Balabanian e Flavio Migliaccio.

L'attrice Cleyde Yaconis, di 86 anni, si è fratturata il femore il 27 luglio 2010, dopo essere caduta nel suo appartamento.
Dopo l'operazione chirurgica, ha passato 14 giorni lontano dal set della novela, tornando a lavorare l'11 agosto.
Per questo motivo, le scene girate dopo questa data, vedono l'attrice su una sedia a rotelle, anche se poi, per salvaguardare la sua salute, il regista ha deciso di farla uscire di scena per un periodo più lungo.
Infatti, Cleyde è tornata solo nelle ultime puntate.

Ma l'attrice non è stata l'unica a lasciare la novela per motivi di salute: l'attore Caua Reymond, infatti, ha dovuto abbandonare il set per una lesione all'anca.
Questo suo allontanamento momentaneo è stato giustificato nella trama con una fuga del personaggio dalla famiglia, a causa dei suoi problemi con la droga. E per questo, Danilo (Caua Reymond) è stato uno dei maggiori sospettati dell'assassinio di suo padre Saulo, vista la sua strana sparizione.
Inoltre l'attore, per rendere più credibile il suo personaggio e soprattutto questa sua triste realtà, ha frequentato il "Narcoticos Anonimos" e varie cliniche di riabilitazione.

L'attrice Mariana Ximenes ha interpretato, in coppia con Reynaldo Gianecchini, il ruolo di "vilã" per la prima volta nella sua carriera.
Il successo è stato immediato e la perfida Clara è entrata nella storia delle telenovelas come una delle protagoniste più malvagie e ben costruite.
Per la riuscita del personaggio, l'attrice, su suggerimento del regista, ha visto film con Betty Davis e Brigitte Bardot per interpretare Clara al meglio.
Ma la Ximenes ha dichiarato in un'intervista di essersi ispirata molto anche a Flora Pereira da Silva, la sua perfida madre in "A favorita", interpretata dalla bravissima Patricia Pillar.

Attrice molto apprezzata nel ruolo della simpatica Clo, è senza dubbio Irene Ravache. La donna, sempre truccata, vestita con abiti firmati e costosissimi ed esagerata con gli accessori, ha catturato il pubblico che ha adottato molte sue frasi ricorrenti nella trama, nella vita reale.

L'attrice Mayana Moura, la bella e intrigante stilista Melina, ha dovuto lavorare molto sul suo look e più precisamente sul suo taglio di capelli.
Per arrivare al risultato finale, i supervisori Carmen Bastos e Marcelo Dias, si sono ispirati all'attrice nord-americana Louise Brooks.
Il parrucchiere Neandro Ferreira ha optato quindi per un taglio corto con frangia, garantendo che lo stile sarebbe stato copiato dalle brasiliane.







TRAMA COMPLETA
(trama a cura di Marianna. E' vietato copiare il contenuto in altri siti!)

La telenovela è ambientata contemporaneamente in Brasile e in Italia.
Bete Gouveia (Fernanda Montenegro), ricca impresaria brasiliana, vive in una lussuosa villa col marito, dedicandosi all'azienda metallurgica di sua proprietà e ai suoi figli: Saulo, il maggiore, sposato con Stela e padre di Danilo, Sinval e Lorena, uomo invidioso e calcolatore; Gerson, campione di corsa Stock Car, ragazzo affascinante e misterioso; e Melina, designer di moda che vive a Parigi, ragazza moderna, originale e sempre attenta al suo look.
Un giorno Bete scopre, in seguito alla morte del marito Eugenio, che il figlio che credeva morto, frutto di una relazione con un altro uomo, è in realtà vivo e che si è stabilito in Italia.
Eugenio, in passato, aveva accettato di sposarsi con Bete nonostante fosse incinta di un altro; ma, quando nacque il bambino, Eugenio (Mauro Mendonça) lo affidò alle cure della famiglia Mattoli, che lavorava all'epoca nella loro mansione e che, grazie ai suoi soldi, potè ritornare nella sua terra natale, l'Italia.
Il figlio di Bete, ormai adulto, Antonio "Totò" (Tony Ramos), vive in Toscana con sua sorella Gemma e i suoi figli.
Clara (Mariana Ximenes), infermiera del vecchio Eugenio, dal viso d'angelo e l'anima diabolica, viene a conoscenza dell'esistenza di un altro erede, e tenta di sottrarre la fortuna dei Gouveia dalle mani di Bete, insieme al suo complice Fred (Reynaldo Gianecchini), avvicinandosi a Totò.
Dopo aver ingannato Bete e aver fatto licenziare Olga, una delle cameriere di fiducia della padrona, Clara fa finta di doversi allontanare dalla casa dei Gouveia perché sua nonna ha avuto un incidente, ma in realtà la ragazza si reca in Italia sulle tracce dell'italiano, anticipando la padrona sempre più desiderosa di riabbracciare suo figlio.
Qui la ragazza seduce Totò, il quale è rimasto vedovo da ormai 15 anni e che da tempo si dedica esclusivamente alla famiglia e alla campagna, senza essersi mai avvicinato ad un'altra donna.
Totò rimane affascinato dalla sua bellezza e dalla sua finta "purezza" di cuore e ben presto Clara, da lui ribattezzata Chiara, riuscirà a conquistare il suo cuore e ad ottenere ciò che vuole.
Intanto, Fred finge di essere un avvocato inviato dalla famiglia Gouveia per informarlo sulla sua vera identità e sull'eredità che gli spetta di diritto.
Il compito di Clara è quello di convincere Totò ad accettare l'eredità firmando un falso documento che in realtà consegnerebbe tutto nelle loro mani.
L'arrivo dei due brasiliani sconvolge la vita della famiglia Mattoli e, in particolare, di Gemma, che ha cresciuto Totò e i suoi figli con tutto l'amore possibile, pur sapendo di non essere sua sorella.
Gemma non vuole che suo fratello accetti quei soldi e ha paura che si allontani da lei e dai suoi cari.
Ma Fred riesce a convincerlo a firmare quei documenti e addirittura permette ai suoi figli, Agnello e Agostina di viaggiare con loro in Brasile.
Agnello vuole lasciare l'Italia perché vorrebbe arricchirsi, insoddisfatto della sua vita di campagna; Agostina, invece, è alla ricerca di suo marito Berilo che mesi prima aveva lasciato l'Italia per cercare lavoro in Brasile e non era più tornato (in realtà l'uomo è un bigamo, poiché ha conosciuto una ricca brasiliana, Jessica, che ha sposato perché incinta di lui).
Fred, Clara, Agnello e Agostina arrivano a Sao Paulo e il finto avvocato si infiltra nell'azienda metallurgica Gouveia come rappresentante di Totò, mentre la finta infermiera torna al suo lavoro.
La situazione, però, si complica per entrambi.
Diana (Carolina Dieckmann), giornalista fidanzata di Gerson, figlio di Bete, riconosce Clara in casa Gouveia e la scredita agli occhi della padrona.
Infatti, la ragazza sa che Clara non è una brava persona, poiché, in passato, ha derubato in casa di Cris, la sua migliore amica, ed è convinta che nasconda qualcosa di losco.
Clara non si fa intimidire dalla ragazza ed escogita un piano con Fred, ossia quello di nascondere della droga nel suo appartamento e farla arrestare.
Ma il piano fallisce perché qualcuno riconosce Clara e testimonia a favore di Diana.
Bete la caccia di casa e riassume Olga, l' ex impiegata che aveva licenziato per colpa di Clara, credendo che avesse rubato dei gioielli.
Anche Fred, sempre più interessato ai soldi e alla vendetta, poiché in passato suo padre era morto proprio nelle fabbriche Gouveia, abbandona Clara e inizia ad agire per conto suo perché teme che la sua relazione con la ragazza possa compromettere tutto.
Clara, ormai sola, decide di usare ancora una volta Totò, tornando in Toscana e riuscendo a sposarsi con lui.
Totò crede alla sua innocenza, alla sua bontà e questo gli causa non pochi problemi con Gemma che, sin dall'inizio, aveva notato qualcosa di sospetto in lei.
La famiglia Mattoli inizia a disgregarsi sempre di più, poiché anche il figlio maggiore di Totò, Adamo, si allontana dalla famiglia per raggiungere la sua amata Francesca, ex prostituta.
Grazie ad un raggiro, Clara fa firmare dei documenti a Totò, diventando padrona di tutti i suoi beni.
Totò è nei guai fino al collo, senza denaro e con la mafia che lo minaccia, in seguito ad un affare poco sicuro che aveva intrapreso con dei ricchi possedenti napoletani.
Anche Adamo è nei guai con la mafia a causa di Francesca che, non sapendo più come salvare il suo amato, decide di farsi cogliere in flagrante con un altro, in modo da allontanarlo per sempre da lei.
Adamo, deluso dalla donna, raggiunge i fratelli in Brasile come anche Totò e sua moglie.
Bete finalmente conosce suo figlio suscitando l'ira di Saulo, che è in continua lotta con la madre poiché vuole impossessarsi della presidenza dell'azienda dopo la morte del padre.
Saulo è, inoltre, in lite con Mauro, dipendente di Bete e suo braccio destro, innamorato di Diana, ragazza che egli stesso aveva presentato a Gerson e che era finita poi per diventare sua moglie, lasciandolo senza parole.
Con la scoperta del nuovo membro della famiglia Gouveia, torna dalla Francia, Melina, la figlia di Bete che vive a Parigi, la quale è innamorata di Mauro, senza essere ricambiata.
Dopo varie investigazioni, Bete mette in guardia Totò da Fred poiché ha scoperto un dossier con informazioni sulle azioni criminose commesse dall'uomo e sulla sua complice infermiera, senza però citare il suo nome.
Ma l'archivio, grazie a Clara, non arriverà mai nella mani di Totò.
La ragazza però teme di essere smascherata e decide di rivelargli una falsa verità prima che lui arrivi da solo a scoprire chi è realmente.
Così inventa una storia, nella quale Fred è l'unico colpevole, che l'aveva coinvolta minacciandola di far del male a sua sorella Kelly.
Sconvolto dalla rivelazione, Totò perdona Clara e decide di portarla con sè a casa Gouveia.
Tutti restano a bocca aperta nel rivederla alla mansione ma il suo gioco ha i minuti contati.
Bete si allea con Gemma per dimostrare a Totò con chi in realtà si sia sposato, e così Clara finisce in carcere.
Fingendosi pentita, attira nuovamente le attenzioni di Totò, il quale prova per lei ancora un forte sentimento.
Così, Totò assume un avvocato e la fa uscire dal carcere, facendola lavorare in un ristorante italiano di proprietà di Talarico, cercando di dimostrare a tutti che la donna è cambiata e che si è trasformata in una persona onesta, lavoratrice e sincera.
Clara sembra realmente cambiata, merito anche di sua sorella Kelly.
Infatti, la ragazza, da sempre ha cercato di difenderla dalle grinfie della nonna Valentina, che quando era piccola l'aveva costretta a prostituirsi.
Clara teme per la vita di Kelly perché si rende conto che la nonna sta facendo lo stesso anche a lei, e così riesce a convincere Totò a non annullare il matrimonio, in modo da conseguire la custodia della ragazzina.
Totò accetta ma il rapporto con Clara diventa sempre più freddo, poiché conosce Felicia, sorella di Fred e Fatima, una ragazza buona, dolce ma triste, della quale si invaghisce.
La donna, infatti, nasconde un segreto: sua sorella Fatima è in realtà sua figlia, frutto della relazione con Gerson, figlio di Bete e fratellastro di Totò.
Felicia da giovane si era innamorata di Gerson ma Eugenio, che non voleva vedere il suo proprio figlio fidanzato con una figlia di operai, riuscì a separarli, offrendo del denaro a suo padre per farla abortire.
A Gerson, invece, fu detto che la bambina era nata morta e che Felicia era solo interessata ai suoi soldi e che se n'era andata dal paese con un giovane.
Felicia, però, non se la sentì di abortire e decise di crescere sua figlia con l'aiuto di Cande che, per evitare lo scandalo, fece credere a tutti che fosse lei la mamma della creatura.
La relazione di Totò con Felicia non ha, però, futuro poiché l'uomo è ancora innamorato di Clara, nonostante tutto quello che gli ha fatto.
Per questo decide di tornare a vivere con lei come marito e moglie e tenerla sott'occhio il più possibile.
Nel frattempo in casa Gouveia succede qualcosa di terribile: Saulo viene assassinato e si scopre, inoltre, che la morte di Eugenio non è naturale, ma che è stato avvelenato.
I maggiori sospettati dell'assassinio di Saulo sono: la moglie Stela, che da tempo manteneva numerose relazioni extra-coniugali con ragazzi molto più giovani di lei (tra i quali Agnello, figlio di Totò), su Danilo, suo figlio, che è sparito misteriosamente e che fa uso di droghe, e su Fred, il quale si era alleato con lui per sottrarre denaro a Bete.
In questo frangente Clara comincia ad essere corteggiata da Diogo, un cantante del ristorante dove lavora, che le fa credere di essere innamorato di lei.
Clara si sente attratta dal ragazzo ma non sa che egli, in realtà, è complice di Olga e del suo fidanzato Talarico, e che vuole smascherarla e farla ritornare in carcere.
Olga, infatti, non le ha mai perdonato tutte le umiliazioni che ha dovuto subire a causa sua, e ha organizzato un piano per distruggerla.
Inizialmente Clara continua a recitare il ruolo di ragazza pentita e onesta, non accettando la corte di Diogo, ma poi finisce con l'architettare con lui un diabolico piano per uccidere Totò.
Anche Olga e Talarico ormai sono convinti che Diogo si sia innamorato realmente di lei ma restano sorpresi quando la donna spara al marito e crede di averlo ucciso.
Clara, infatti, credendo nelle intenzioni di Diogo, organizza un finto furto in casa dell'italiano dove avrebbe dovuto fingere di difendersi e sparare ferendo accidentalmente Totò.
Ma ciò che non immagina è che Diogo è un investigatore della polizia che si è alleato proprio con Totò e che ha messo in scena una finta morte dell'uomo.
Tutti credono che Totò sia morto e Clara si sente libera di poter vivere la sua vita con i suoi soldi, ma l'uomo riappare sorprendendo tutti.
Clara ormai è spacciata e si scoprono tutti i delitti che ha commesso e viene incarcerata insieme a sua nonna Valentina.
Le due perfide donne si alleano per fuggire dalla prigione, usando la buona fede di Kelly.
Clara riesce a scappare lasciando sua nonna indietro, la quale viene riportata in carcere.
La ragazza passa al ristorante dove lavorava, senza essere vista da nessuno, sequestra Ednea, una cameriera, e scappa su un' auto per fuggire dal paese superando la frontiera.
L'auto esplode e Clara è data per morta.
In realtà però, prima dell'esplosione, Clara si è gettata dall'auto ed è Ednea colei che ha perso la vita al suo posto.
Intanto Fred viene condannato per l'uccisione di Saulo, figlio di Bete, poiché viene ritrovato il coltello a casa sua.
Ma anche questo è tutta opera di Clara: è stata, infatti, la ragazza ad uccidere Saulo perché egli era un ex cliente di Valentina, sua nonna, e aveva abusato di lei quando era ancora piccola.
Per garantirsi la libertà aveva, quindi, nascosto l'arma del delitto a casa del suo ex compagno che, per questo, paga un delitto che non ha commesso, ma in compenso paga per tutti gli altri crimini dai quali era sempre scappato.
Gerson, ormai separato da tempo da Diana a causa di un segreto che le ha sempre nascosto, si avvicina nuovamente a Felicia, la quale sente per lui ancora un profondo sentimento.
Mauro, sposatosi con Diana dopo il suo divorzio, assiste alla sua morte durante il parto, e tempo dopo si riavvicina a Melina, suo vecchio amore.
Totò vende la casa dove viveva con Clara ad un'affascinante donna, lasciando intravedere una piccola speranza di una nuova vita felice con lei.
Clara riesce a superare la frontiera e a raggiungere un'isola del Pacifico, dove, vestita da infermiera, si occupa di un altro anziano malato.*

*trama a cura di Marianna. E' vietato copiare il contenuto in altri siti.
www.TELENOVELASMANIA.it

Contatti: info@telenovelasmania.it

Siti

Privacy Policy
 

 

© 2006-2019
Torna ai contenuti