Lado a lado - Telenovelas Mania

telenovelasmania.it
TELENOVELAS MANIA
Vai ai contenuti

Lado a lado

Inedite Anno





DATI TECNICI
Titolo originale: Lado a Lado
Anno di produzione: 2012
Paese di produzione: Brasile
Casa di produzione: Rede Globo
Scritta da: Joao Ximenes Braga e Claudia Lage
Regia: Vinìcius Coimbra e Dennis Carvalho

CAST
Camila Pitanga - Isabel
Lázaro Ramos - Zé Maria
Marjorie Estiano - Laura
Thiago Fragoso– Edgar
Álamo Facó - Quequé
Alessandra Negrini - Catarina Ribeiro
Ana Carbatti - Zenaide
André Arteche - Luciano
Beatriz Segall - Madame Besançon
Bia Seidl– Margarida
Caio Blat - Fernando
Cassio Gabus Mendes - Bonifácio
Christiana Guinle - D. Carlota
Claudio Tovar - Padre Olegário
Daniel Dalcin - Teodoro
Débora Duarte - D. Eulália
Emílio de Mello - Carlos Guerra
George Sauma - Jonas
Guilherme Piva –Praxedes
Isabela Garcia - D. Celinha
Juliane Araújo - Alice
Jurema Reis - Gilda
Klebber Toledo - Umberto
Lais Vieira - Etelvina
LuisaFriese – Matilde
Marcello Melo Jr – Caniço
Maria Clara Gueiros – Neusinha
Maria Eduarda - Eliete
Maria Padilha - Diva Celeste
Milton Gonçalves - Afonso Nascimento
Patrícia Pillar - Constância
Paulo Betti - Mario Cavalcanti
Priscila Sol - Sandra
Rafael Cardoso – Albertinho
Rhaisa Batista – Esther
Romis Ferreira - Luiz Neto
Rui Ricardo Diaz – Percival
Sheron Menezzes– Berenice
Susana Ribeiro - Tereza
Tião D´Ávila - Isidoro
Tuca Andrada - Frederico Martins
Werner Schünemann - Dr. Assunção
Zezeh Barbosa - Jurema

TRAMA GENERALE
Siamo nel 1904 a Rio de Janeiro. Isabel (Camila Pitanga) è una donna combattiva, cresciuta in un quartiere popolare osservando suo padre, Afondo (Milton Gonçalves) lavorando duramente per sostenere la famiglia e darle la corretta educazione.
Da adolescente la giovane cerca sempre di seguire l'esempio del padre e lavora come domestica a casa di Madame Besançon (Beatriz Segall).
Grazie alla sua padrona, Isabel ha imparato le buone maniere, anche se è sempre stata attratta dalla musica popolare e dal samba, in particolar modo.
E proprio durante un ballo Isabel conosce Zé Maria (Làzaro Ramos), un uomo semplice che lavora come barbiere nel negozio di Afonso.
Il giovane è conosciuto in paese col nome di Zé Navalha, e nasconde la sua passione per la capoeira, poiché all'epoca era considerata un crimine previsto dalla legge.
Durante il primo incontro, Isabel non vede di buon occhio il giovane, ma poi l'abilità di seduttore di Zé Maria riuscirà a conquistare il cuore della sambista.
Parallelamente a questa storia, ce n'è un'altra che riguarda un'altra donna: Laura (Marjorie Estiano), una giovane che cerca nello studio e nel lavoro il sogno di essere indipendente e di diventare una scrittrice di successo, cosa inusuale per le donne dell'epoca.
Laura, a differenza di Isabel, proviene da una famiglia ricca, gli ex-baroni del caffé Assunçao (Werner Scunemann) e Constancia (Patrìcia Pillar), e vive con loro insieme al fratello, Albertinho (Rafael Cardoso).
Lusso e ricchezza non sono sufficienti per Laura per essere felice come dare lezioni ed essere circondata da libri.
Sua madre non approva il modo di fare così rivoluzionario della figlia e cerca di accelerare i preparativi del matrimonio della giovane con Edgar (Thiago Fragoso).
Edgar rientra dal Portogallo dopo aver passato alcuni anni per studiare Legge, e ben presto la notizia del matrimonio è sulla bocca di tutti.
In realtà il giovane, però, nasconde un segreto e non ama la carriera che i genitori hanno scelto per lui, ma vorrebbe diventare un giornalista.
Il giovane, infatti, in Europa ha già iniziato a lavorare per un giornale investigativo, occupandosi di denunce sociali. Ma suo padre, il senatore Bonifàcio (Cassio Gabus Mendes), vuole avere suo figlio con sé in Brasile per farlo lavorare al posto di suo fratello maggiore, Fernando (Caio Blat), come direttore della fabbrica Vieira, poiché il ragazzo non è capace di svolgere il suo compito e pensa solo al calcio e a divertirsi con i suoi amici Albertinho, Umberto e Teodoro.
Isabel e Laura si incontrano nella stessa chiesa, vestite da spose, pronte a sigillare ognuna il proprio destino: la prima sta per unirsi in matrimonio con un uomo che ama, mentre la seconda nutre forti dubbi sulla sua relazione con Edgar e non vuole diventare una donna di casa costretta ad occuparsi solo del marito e dei figli.
Il primo matrimonio da celebrare è quello di Isabel e Zé Maria, ma l'uomo non arriva in chiesa, lasciando tutti nello sconforto.
Donna Constancia è su tutte le furie perché teme che il matrimonio di sua figlia Laura venga posticipato ulteriormente.
E così Isabel è costretta ad andare via, delusa e abbandonata dall'uomo che ama proprio il giorno delle nozze, e a lasciar posto a Laura.
Ma Isabel non è stata affatto abbandonata: durante il tragitto verso la chiesa, Zé Maria viene messo in prigione poiché qualcuno ha rivelato alla polizia che pratica la capoeira. E intanto la polizia invade i quartieri popolari, con l'ordine del governatore Pereira Passos, di demolire i cortiços, le costruzioni popolari, con l'intenzione di modernizzare la città.
Così il senatore Bonifacio, il quale aveva comprato anni prima per pochi soldi il terreno degli Assunçao, approfitta della crisi finanziaria della famiglia, per guadagnare di più dalla proprietà.
Ciò che è felicità per i ricchi, diventa disperazione per i più poveri, poiché senza sapere più dove vivere salgono in collina e creano le prime baraccopoli, le famose favelas cariocas.
Inoltre sorgeranno i primi teatri ispirati alle città europee e in particolare a Parigi. Mario Cavalcanti (Paulo Betti) decide, infatti, di aprire un piccolo teatro, il Teatro Alheria a Rua do Ouvidor, centro economico della capitale. Qui brilla il talento dell'attrice comica Diva Celeste (Maria Padilha), rivale di Eliete (Maria Eduarda), una giovane che vuole rubarle la scena, e di Neusinha (Maria Clara Gueiros), che inizia a lavorare come semplice cameriera per poi tentare di diventare attrice.
Diva è contesa tra due uomini: Mario e Frederico (Tuca Andrada).
Le vite delle due ragazze si incroceranno più volte e scopriranno di avere in comune lo stesso sogno e gli stessi ideali, nonostante appartengano a due mondi così diversi, trasformandosi, così, in amiche inseparabili.



TELENOVELAS MANIA

Contatti: info@telenovelasmania.it

Siti

Privacy Policy
 

 

Torna ai contenuti