Babilônia - Telenovelas Mania

telenovelasmania.it
LA TUA ENCICLOPEDIA DELLE TELENOVELAS
TELENOVELAS MANIA
Vai ai contenuti

Babilônia

Inedite Anno





TRAMA COMPLETA
(Trama a cura di Marianna. Non copiare il contenuto in altri siti, grazie!)

CAPITOLO 1
La telenovela ha inizio nel 2005 a Rio de Janeiro. Due donne, amiche nell'adolescenza, si rivedono dopo essersi perse di vista per molti anni.
Beatriz Amaral (Glória Pires) è una donna affascinante ed elegante, ma molto ambiziosa e senza scrupoli, capace di qualsiasi cosa per ottenere ciò che vuole, senza alcuna morale. E' un architetto di successo ed è tornata da poco in Brasile dopo un periodo di permanenza a Lisbona, in seguito alla morte di suo marito.
Inês Junqueira (Adriana Esteves) è una donna avida e piena di risentimento, che non accetta la sua vita di privazioni. Da piccola è rimasta orfana ed è stata allevata da sua zia, la quale però non poteva offrirle ciò che desiderava. Veniva presa in giro dalle compagne di scuola per il suo aspetto ma veniva difesa da Beatriz, la quale, però, non lo faceva per amicizia, ma solo per mostrarsi magnanima agli occhi degli altri.
E' un avvocato fallito, sposata con Homero (Tuca Andrada), da tempo disoccupato, e madre di Alice (Sophie Charlotte), una ragazza di buoni sentimenti che riesce a manipolare a suo piacimento.
Dopo aver scoperto, grazie ad una rivista, dell'arrivo di Beatriz a Rio, Inês fa in modo di entrare alla sua festa e si avvicina alla sua "vecchia amica" con l'intenzione di chiederle di aiutarla a trovare un lavoro a suo marito Homero.
Beatriz inizialmente non la riconosce nemmeno e, dopo le insistenze della donna, la tratta con arroganza e la umilia pregandola di lasciarla in pace.
Inês non accetta l'umiliazione e decide di vendicarsi, trasformando così l'amicizia di un tempo in una rivalità pericolosa.
Beatriz, intanto, nonostante abbia un ottimo lavoro, un appartamento di lusso e uno studio prestigioso, ha delle difficoltà economiche. L'eredità che le ha lasciato suo marito, morto di cancro, non è sufficiente a soddisfare tutti i suoi lussi, e ha già sperperato quella che le ha lasciato suo padre.
La donna decide che è arrivato il momento di trovare una persona che possa diventare la sua nuova fonte di denaro facile, magari un milionario.
E così, dopo aver letto alcune notizie su vari giornali e riviste, Beatriz trova informazioni sull'ingegnere milionario Evandro Rangel (Cássio Gabus Mendes), uomo sposato con Marta, donna malata di cancro.
Beatriz, pur non conoscendo Marta, la va a trovare in ospedale fingendosi amica della donna e piangendo davanti a tutti. Alla morte di Marta, Beatriz si avvicina ad Evandro continuando a recitare la parte della donna triste per la perdita della sua cara amica e si guadagna anche la fiducia di Gustavo, detto Guto, figlio dell'uomo.
In breve tempo Evandro, colpito dalla generosità della donna, inizia a frequentarla sempre più e i due partono per Parigi per festeggiare l'anno nuovo.
Lì Evando si dichiara e Beatriz, fingendosi innamorata di lui, riesce a portarselo a letto e, dopo qualche tempo, i due si sposano.
Beatriz realizza così il suo più grande sogno, diventando la protagonista delle riviste di gossip e soprattutto socia maggioritaria dell'Impresa di Costruzioni Rangel.
Non amando suo marito, Beatriz non ci mette molto a trovarsi un amante e inizia una relazione con Cristóvão (Val Perré), autista personale di Evandro.
Il caso vuole che Ines scopra i due amanti insieme e scatti delle fotografie per poi ricattare l'ex amica in cambio di soldi e di un lavoro per il marito.
Beatriz non intende cedere al ricatto della donna e nel frattempo Cristóvão inizia a stancarsi di essere usato dalla padrona e le chiede dei soldi, minacciando di rivelare tutto ad Evandro.
Beatriz si rifiuta di aiutarlo e lo umilia come sempre, credendo che non sia capace di fare una cosa simile, perché troppo debole.
Ma quando sorprende l'uomo in un bar in compagnia di Ines, crede che i due si siano messi d'accordo per sottrarle denaro, e decide di sbarazzarsi dell'amante.
In realtà, però, Cristóvão non ha niente a che vedere con Ines e le ha chiesto dei soldi perché gli servono per le cure di sua moglie Dora (Virgínia Rosa), donna malata di cuore che ha bisogno urgentemente di un trapianto.
Ignara di tutto e in preda alla rabbia, Beatriz è pronta a vendicarsi.
Evandro, intanto, chiede a Cristóvão di recarsi in una gioielleria per ritirare un bracciale per sua moglie ma Beatriz ascolta la conversazione e lo segue.
Dopo aver raggiunto il suo amante, la donna gli chiede di parlare e i due salgono sull'auto dell'uomo.
Cristóvão le mostra il gioiello che suo marito ha intenzione di regalarle e Beatriz lo indossa sorridendo ma all'improvviso tira fuori una pistola e lo uccide.
Il bracciale si rompe e una parte rimane in mano a Cristóvão e l'altra in quella di Beatriz che corre via, nasconde nel suo vecchio appartamento l'arma del delitto e poi torna alla villa del marito come se non fosse accaduto nulla.
Più tardi Ines si reca nell'appartamento di Beatriz, minacciandola nuovamente ma la donna non si dimostra per nulla spaventata e inizia ad umiliarla in ogni modo, facendola andare su tutte le furie.
Ines le urla che la distruggerà e Beatriz allora le chiede di dimostrarle quanto sangue freddo riesce ad avere per prendere la pistola che ha messo sul tavolo e spararle.
Ines, dopo qualche esitazione, prende l'arma ma poi non ha il coraggio di sparare.
Beatriz la deride e poi le comunica che ha appena toccato l'arma del delitto di Cristovao e che quindi ora ha lei in mano qualcosa per incriminarla: le sue impronte digitali.
Da questo momento in poi a Ines non conviene più avere Beatriz contro e accetta l'alleanza perché le due hanno qualcosa da perdere se una di loro decide di parlare.
Ines promette di distruggere il cd con la registrazione a cambio di un buon lavoro per il marito e una posizione rispettabile, mentre Beatriz nasconde l'arma del delitto perché la donna non distrugga tutto ciò che con tanta fatica ha costruito...
Beatriz convince Evandro a dare un lavoro ad Homero e l'uomo accetta la richiesta della moglie.
Homero è sorpreso dalla generosità dell'amica di Ines e decide di rifiutare la proposta perché non accetta regali senza meritarli.
Ines lo aggredisce e lo umilia dicendogli che non lo ha mai amato e che lo ha sposato solo perché non aveva famiglia e non sapeva dove andare.
Homero soffre per gli attacchi della moglie che lo accusa di essere un uomo senza ambizioni e un buona a nulla che la fa vivere in un quartiere orribile.
Homero finisce per accettare la proposta e, insieme alla moglie e alla figlia Alice, parte per Dubai dove comincia a lavorare come direttore di una filiale dell'Impresa Rangel.
In Brasile, intanto, nella favela di Madureira, Dora, moglie di Cristovao, e sua figlia Regina Rocha (Camila Pitanga), soffrono per la morte dell'uomo, il quale non ha avuto giustizia perché il caso è stato archiviato per mancanza di prove.
Regina non ha mai accettato la cosa e non crede affatto che il padre sia morto per un furto, per cui si adopera per cercare la verità.
La ragazza deve mantenere la sua famiglia e affrontare mille difficoltà, come la malattia della madre, l'età delicata del fratello, l'impossibilità di continuare a studiare.
Senza perdersi d'animo, la famiglia Rocha decide di trasferirsi nel Morro di Babilonia, nel Leme, a Sud di Rio, dove le cose sembrano andare meglio. Dora, infatti, riesce a sottoporsi ad un trapianto, dopo mesi e mesi di attesa, e Regina conosce un giornalista, Luis Fernando (Gabriel Braga Nunes), che però si rivelerà un bugiardo.
Luis infatti è sposato con Karen (Maria Clara Gueiros) e ha due figli, e quando Regina gli dice che aspetta un bambino da lui, l'uomo le offre del denaro per abortire.
Scandalizzata dal comportamento di Luis, Regina prende coraggio e affronta Karen e le racconta tutto.
La donna va su tutte le furie e chiede il divorzio al marito anche se con il tempo lo perdona.
Regina cresce sua figlia da sola e Luis Fernando le propone di continuare ad essere la sua amante, ma viene rifiutata anche se lui ha intenzione di provvedere alla bambina.
Sentendosi ferita per alcune insinuazioni del giovane riguardo alla paternità della piccola Julia, Regina la sottopone al test del DNA che conferma ciò che ha sempre sostenuto.
Luis Fernando da quel momento in poi, anche se inizialmente Regina si oppone, inizia a farsi carico delle spese per il mantenimento della figlia.


CAPITOLO 2
Passano dieci anni e Beatriz non è solo un architetto molto famoso ma anche una grande imprenditrice, direttrice dell'Impresa di costruzioni Rangel.

CONTINUA...
www.TELENOVELASMANIA.it

Contatti: info@telenovelasmania.it

Siti

Privacy Policy
 

 

© 2006-2019
Torna ai contenuti