Babilônia - Telenovelas Mania

telenovelasmania.it
LA TUA ENCICLOPEDIA DELLE TELENOVELAS
TELENOVELAS MANIA
Vai ai contenuti

Babilônia

Inedite Anno





DATI TECNICI
Titolo: Babilônia
Anno di produzione: 2015
Casa di produzione: Rede Globo (Brasile)
Regista: Dennis Carvalho
Soggetto: Gilberto Braga, Ricardo Linhares e João Ximenes Braga
Episodi: 143 da 45 minuti circa

CAST
Camila Pitanga - Regina Rocha
Glória Pires - Beatriz Amaral Rangel
Adriana Esteves - Inês Junqueira
Thiago Fragoso - Vinicius Loureiro
Sophie Charlotte - Alice Junqueira
Bruno Gagliasso - Murilo Loureiro
Fernanda Montenegro - Teresa Petruccelli
Nathalia Timberg - Estela Marcondes Amaral  
Cássio Gabus Mendes Evandro Souza Rangel
Gabriel Braga Nunes - Luís Fernando Vidal  
Marcos Palmeira - Aderbal Pimenta
Bruno Gissoni - Carlos Augusto Souza Rangel (Guto)
Chay Suede - Rafael Amaral  
Luisa Arraes - Laís Matos Pimenta  
Tainá Müller - Cristiana Loureiro (Cris)  
Arlete Salles - Consuelo Pimenta  
Thiago Martins - Diogo Rocha
Kizi Vaz - Gabriela Alvarenga
Marcos Pasquim - Carlos Alberto da Mata
Sheron Menezzes - Paula Camargo
Mary Sheila - Ivete Domingos
Débora Duarte - Celina Junqueira
César Mello - Tadeu Toledo de Jesus
Laila Garin - Maria José Matos Pimenta  
Dudu Azevedo - Bento Laranjeira
Marcello Melo - Jr. Ivan Camargo
Maria Clara Gueiros - Karen Fonseca Vidal  
Juliana Alves - Valeska de Paiva  
Herson Capri - Osvaldo Veloso  
Marcelo Laham - Ronaldo Queiroz  
Carla Salle - Heloísa Gomes Batista (Helô)
Igor Angelkorte - Clóvis Bevilaqua
Marcos Veras - Norberto Vidal  
Jacqueline Laurence - Simone Lauzier  
Daisy Lúcidi - Dulce Melo  
Rogéria Úrsula - Andressa
Lu Grimaldi - Olga Loureiro
Rosi Campos - Zélia Fonseca
Viviane Porto - Cilene Farias
Virgínia Rosa - Dora da Silva Rocha
Alex Brasil - Valdecir
Hanna Romanazzi - Cecília
Tadeu Aguiar - Antônio Xavier  
Cauê Campos - José Carlos (Carlinhos)
Filipe Ribeiro - Fred da Mata  
Cristina Galvão - Wilma dos Santos
Luisa Friese - Silvia Oliveira
Beatrice Sayd - Carla Ribeiro
André Bankoff - Pedro Carvalho
Paulo Verlings - Tom Cruzes
Peter Brandão - Wolnei Toledo de Jesus
Maíra Charken Vera Morgado 130
Luísa Thiré Flávia Duarte 131
Rodrigo Fagundes Rubi Palhares 132 133
Xande Valois - Joaquim Fonseca Vidal  
Bernadete Wilhelm - Nina Fonseca Vidal  
Sabrina Nonata - Júlia Rocha Vidal  
Gabriella Gomes - Monique  
Antonio Gonzales - José Henrique Coutinho
Cinara Leal - Penélope  
Dennis Carvalho - Lauro Petruccelli
Bia Arantes - Lara
Jurema Reis -  Rosângela
Camila Moreira - Inês Junqueira (1ª Fase)    
Marcela Ramalho - Alice Junqueira (1ª Fase)  
Marlon Rangel - Carlos Augusto Souza Rangel (Guto) (1ª Fase)
Carlos Alexandre Saddy - Rafael Amaral (1ª Fase)
Tuca Andrada - Homero Junqueira
Val Perré - Cristóvão Rocha


TRAMA GENERALE
Amiche nell’adolescenza, Beatriz (Gloria Pires) e Ines (Adriana Esteves) si sono perse di vista.
La prima è diventata un architetto di successo, ricca e ammirata da tutti; la seconda una avvocatessa fallita, insoddisfatta della sua vita di privazioni.
Le due si ritrovano dopo molti anni poiché Ines, venuta a sapere dell’arrivo di Beatriz in Brasile, tenta di avvicinarsi a lei, credendo di poter ricostruire la vecchia amicizia e ottenere così un aiuto per migliorare la propria situazione finanziaria.
L’ostilità di Beatriz fa sì che Ines inizi a covare un odio sempre maggiore nei suoi confronti, da spingerla a ricattarla per ottenere ciò che vuole.
La donna, infatti, ha scoperto che Beatriz ha un amante e minaccia di rivelare tutto se lei non le darà dei soldi e un lavoro a suo marito Homero (Tuca Andrada).
Beatriz non cede subito al ricatto e decide di eliminare il suo amante, Cristóvão, uccidendolo a sangue freddo.
Ines si presenta a casa di Beatriz e le ribadisce di avere delle foto e un filmato dove la donna è in compagnia del suo amante, materiale che potrebbe rovinare per sempre il suo matrimonio con Evandro Rangel (Cássio Gabus Mendes) e che potrebbe collegarla immediatamente all’omicidio di Cristóvão.
Ines crede di avere il coltello dalla parte del manico ed è sicura di uscire vittoriosa dalla vicenda. Ma Beatriz non se ne sta di certo a guardare ed ha in mente un piano diabolico.
La donna fa finta di consegnarle una valigetta contenente il denaro da lei richiesto ma, quando Ines la apre trova solo una pistola.
Beatriz le dice allora che non è disposta a cedere al ricatto e che può anche ucciderla se vuole, visto che è quello che desidera fare da molti anni.
Ines è confusa e continua a chiederle i soldi ma Beatriz inizia a toccare il suo punto più debole, umiliandola continuamente e trattandola come spazzatura.
L’umiliazione è troppa e Ines, in un momento di rabbia, prende la pistola e la punta contro la sua arci-nemica. La debolezza di carattere della donna, però, non le permette di premere il grilletto, anche se, pur facendolo, non avrebbe comunque ucciso Beatriz, la quale ovviamente le aveva dato una pistola scarica.
Tutto va secondo i piani di Beatriz e sull’arma del delitto di Cristóvão ora ci sono le impronte di Ines che non può più ricattarla perché verrebbe coinvolta anche lei.
Beatriz si finge comprensiva e propone a Ines di dimenticare questa brutta storia, offrendo un lavoro a suo marito ma obbligandola a trasferirsi a Dubai, il più lontano possibile da lei.
Il caso sulla morte di Cristóvão viene archiviato per mancanza di prove e ciò suscita la rabbia della protagonista di questa storia, Regina Rocha (Camila Pitanga), figlia dell’uomo, una ragazza di origini umili che vive in una favela di Madureira. La giovane, dopo la morte del padre, decide di lasciare gli studi per lavorare e poter mantenere la sua famiglia.
La giovane non crede al fatto che suo padre possa essere stato derubato e non perde la speranza di trovare un giorno la persona che lo ha ucciso e che le ha rovinato la vita.
Il destino fa sì che Regina si trovi faccia a faccia con l’assassina di suo padre, senza sospettare minimamente di nulla.
La donna, infatti, è la matrigna di Gustavo, detto Guto (Bruno Gissoni), figlio di Evandro, che, ubriaco, avvicinandosi troppo alla riva con il suo yacht, ha investito un amico di Regina, Wolnei.
La ragazza ha assistito alla scena e ha denunciato l’accaduto, trovandosi di fronte anche Ines, che nel frattempo è tornata in Brasile dopo la morte del marito, avvocato di Guto.
Regina si troverà a parlare proprio con Beatriz che fingerà di aiutarla a trovare un accordo con l’avvocatessa disonesta, che ha anche osato offrirle dei soldi per ritirare la sua denuncia.
La giovane verrà aiutata da Vinicius (Thiago Rodrigues), un giovane e brillante avvocato, presente anche lui il giorno dell’incidente di Wolnei, al quale ha salvato la vita.
Regina si sente attratta da Vinicius ma, pur ammirando la sua onestà e generosità, si mostra molto diffidente nei suoi confronti.
Regina, infatti, in passato è stata tradita dal padre di sua figlia, Luis Fernando (Gabriel Braga Nunes), che ha scoperto avere una moglie e due figli.
Dalla relazione con Luis Fernando è nata una bambina, Julia (Sabrina Nonata), che ha cresciuto con tanto amore e che è la sua ragione di vita.
Regina non riesce, però, a fidarsi degli uomini e farà fatica a lasciarsi andare con Vinicius, temendo di essere nuovamente delusa.
Riuscirà Regina a scoprire che Beatriz è l’assassina di suo padre? Riuscirà Vinicius a dimostrare alla donna che ama di essere sincero e diverso dagli altri uomini che ha conosciuto?







CURIOSITA'

Sulla produzione
La novela prende il nome dalla favela di Rio de Janeiro che sovrasta il quartiere Leme nella zona sud della città: Babilonia. Nome di richiamo biblico che indica la città del male, della perdizione, della distruzione.

La telenovela è stata girata in due città scenografiche che hanno ricreato il quartiere Leme e Babilonia, anche se sono presenti alcune riprese in luoghi reali.
Alcune scene della telenovela sono state girate a Dubai e a Parigi.
Le riprese all'estero sono durate due settimane e hanno avuto inizio negli Emirati Arabi e successivamente l'equipe si è spostata in Francia tra i Giardini di Lussemburgo, Place des Vosges, Ponte Bir Hakeim e il Museo Rodin.

Sul cast
Inizialmente il ruolo di Alice, figlia di Ines, era stato affidato all'attrice Isabelle Drummond che però ha rifiutato la proposta perché impegnata in un altro progetto, la telenovela "Sete vidas", in onda nello stesso periodo, nella fascia oraria delle 18.





TRAMA COMPLETA
(Trama a cura di Marianna. Non copiare il contenuto in altri siti, grazie!)

CAPITOLO 1
La telenovela ha inizio nel 2005 a Rio de Janeiro. Due donne, amiche nell'adolescenza, si rivedono dopo essersi perse di vista per molti anni.
Beatriz Amaral (Glória Pires) è una donna affascinante ed elegante, ma molto ambiziosa e senza scrupoli, capace di qualsiasi cosa per ottenere ciò che vuole, senza alcuna morale. E' un architetto di successo ed è tornata da poco in Brasile dopo un periodo di permanenza a Lisbona, in seguito alla morte di suo marito.
Inês Junqueira (Adriana Esteves) è una donna avida e piena di risentimento, che non accetta la sua vita di privazioni. Da piccola è rimasta orfana ed è stata allevata da sua zia, la quale però non poteva offrirle ciò che desiderava. Veniva presa in giro dalle compagne di scuola per il suo aspetto ma veniva difesa da Beatriz, la quale, però, non lo faceva per amicizia, ma solo per mostrarsi magnanima agli occhi degli altri.
E' un avvocato fallito, sposata con Homero (Tuca Andrada), da tempo disoccupato, e madre di Alice (Sophie Charlotte), una ragazza di buoni sentimenti che riesce a manipolare a suo piacimento.
Dopo aver scoperto, grazie ad una rivista, dell'arrivo di Beatriz a Rio, Inês fa in modo di entrare alla sua festa e si avvicina alla sua "vecchia amica" con l'intenzione di chiederle di aiutarla a trovare un lavoro a suo marito Homero.
Beatriz inizialmente non la riconosce nemmeno e, dopo le insistenze della donna, la tratta con arroganza e la umilia pregandola di lasciarla in pace.
Inês non accetta l'umiliazione e decide di vendicarsi, trasformando così l'amicizia di un tempo in una rivalità pericolosa.
Beatriz, intanto, nonostante abbia un ottimo lavoro, un appartamento di lusso e uno studio prestigioso, ha delle difficoltà economiche. L'eredità che le ha lasciato suo marito, morto di cancro, non è sufficiente a soddisfare tutti i suoi lussi, e ha già sperperato quella che le ha lasciato suo padre.
La donna decide che è arrivato il momento di trovare una persona che possa diventare la sua nuova fonte di denaro facile, magari un milionario.
E così, dopo aver letto alcune notizie su vari giornali e riviste, Beatriz trova informazioni sull'ingegnere milionario Evandro Rangel (Cássio Gabus Mendes), uomo sposato con Marta, donna malata di cancro.
Beatriz, pur non conoscendo Marta, la va a trovare in ospedale fingendosi amica della donna e piangendo davanti a tutti. Alla morte di Marta, Beatriz si avvicina ad Evandro continuando a recitare la parte della donna triste per la perdita della sua cara amica e si guadagna anche la fiducia di Gustavo, detto Guto, figlio dell'uomo.
In breve tempo Evandro, colpito dalla generosità della donna, inizia a frequentarla sempre più e i due partono per Parigi per festeggiare l'anno nuovo.
Lì Evando si dichiara e Beatriz, fingendosi innamorata di lui, riesce a portarselo a letto e, dopo qualche tempo, i due si sposano.
Beatriz realizza così il suo più grande sogno, diventando la protagonista delle riviste di gossip e soprattutto socia maggioritaria dell'Impresa di Costruzioni Rangel.
Non amando suo marito, Beatriz non ci mette molto a trovarsi un amante e inizia una relazione con Cristóvão (Val Perré), autista personale di Evandro.
Il caso vuole che Ines scopra i due amanti insieme e scatti delle fotografie per poi ricattare l'ex amica in cambio di soldi e di un lavoro per il marito.
Beatriz non intende cedere al ricatto della donna e nel frattempo Cristóvão inizia a stancarsi di essere usato dalla padrona e le chiede dei soldi, minacciando di rivelare tutto ad Evandro.
Beatriz si rifiuta di aiutarlo e lo umilia come sempre, credendo che non sia capace di fare una cosa simile, perché troppo debole.
Ma quando sorprende l'uomo in un bar in compagnia di Ines, crede che i due si siano messi d'accordo per sottrarle denaro, e decide di sbarazzarsi dell'amante.
In realtà, però, Cristóvão non ha niente a che vedere con Ines e le ha chiesto dei soldi perché gli servono per le cure di sua moglie Dora (Virgínia Rosa), donna malata di cuore che ha bisogno urgentemente di un trapianto.
Ignara di tutto e in preda alla rabbia, Beatriz è pronta a vendicarsi.
Evandro, intanto, chiede a Cristóvão di recarsi in una gioielleria per ritirare un bracciale per sua moglie ma Beatriz ascolta la conversazione e lo segue.
Dopo aver raggiunto il suo amante, la donna gli chiede di parlare e i due salgono sull'auto dell'uomo.
Cristóvão le mostra il gioiello che suo marito ha intenzione di regalarle e Beatriz lo indossa sorridendo ma all'improvviso tira fuori una pistola e lo uccide.
Il bracciale si rompe e una parte rimane in mano a Cristóvão e l'altra in quella di Beatriz che corre via, nasconde nel suo vecchio appartamento l'arma del delitto e poi torna alla villa del marito come se non fosse accaduto nulla.
Più tardi Ines si reca nell'appartamento di Beatriz, minacciandola nuovamente ma la donna non si dimostra per nulla spaventata e inizia ad umiliarla in ogni modo, facendola andare su tutte le furie.
Ines le urla che la distruggerà e Beatriz allora le chiede di dimostrarle quanto sangue freddo riesce ad avere per prendere la pistola che ha messo sul tavolo e spararle.
Ines, dopo qualche esitazione, prende l'arma ma poi non ha il coraggio di sparare.
Beatriz la deride e poi le comunica che ha appena toccato l'arma del delitto di Cristovao e che quindi ora ha lei in mano qualcosa per incriminarla: le sue impronte digitali.
Da questo momento in poi a Ines non conviene più avere Beatriz contro e accetta l'alleanza perché le due hanno qualcosa da perdere se una di loro decide di parlare.
Ines promette di distruggere il cd con la registrazione a cambio di un buon lavoro per il marito e una posizione rispettabile, mentre Beatriz nasconde l'arma del delitto perché la donna non distrugga tutto ciò che con tanta fatica ha costruito...
Beatriz convince Evandro a dare un lavoro ad Homero e l'uomo accetta la richiesta della moglie.
Homero è sorpreso dalla generosità dell'amica di Ines e decide di rifiutare la proposta perché non accetta regali senza meritarli.
Ines lo aggredisce e lo umilia dicendogli che non lo ha mai amato e che lo ha sposato solo perché non aveva famiglia e non sapeva dove andare.
Homero soffre per gli attacchi della moglie che lo accusa di essere un uomo senza ambizioni e un buona a nulla che la fa vivere in un quartiere orribile.
Homero finisce per accettare la proposta e, insieme alla moglie e alla figlia Alice, parte per Dubai dove comincia a lavorare come direttore di una filiale dell'Impresa Rangel.
In Brasile, intanto, nella favela di Madureira, Dora, moglie di Cristovao, e sua figlia Regina Rocha (Camila Pitanga), soffrono per la morte dell'uomo, il quale non ha avuto giustizia perché il caso è stato archiviato per mancanza di prove.
Regina non ha mai accettato la cosa e non crede affatto che il padre sia morto per un furto, per cui si adopera per cercare la verità.
La ragazza deve mantenere la sua famiglia e affrontare mille difficoltà, come la malattia della madre, l'età delicata del fratello, l'impossibilità di continuare a studiare.
Senza perdersi d'animo, la famiglia Rocha decide di trasferirsi nel Morro di Babilonia, nel Leme, a Sud di Rio, dove le cose sembrano andare meglio. Dora, infatti, riesce a sottoporsi ad un trapianto, dopo mesi e mesi di attesa, e Regina conosce un giornalista, Luis Fernando (Gabriel Braga Nunes), che però si rivelerà un bugiardo.
Luis infatti è sposato con Karen (Maria Clara Gueiros) e ha due figli, e quando Regina gli dice che aspetta un bambino da lui, l'uomo le offre del denaro per abortire.
Scandalizzata dal comportamento di Luis, Regina prende coraggio e affronta Karen e le racconta tutto.
La donna va su tutte le furie e chiede il divorzio al marito anche se con il tempo lo perdona.
Regina cresce sua figlia da sola e Luis Fernando le propone di continuare ad essere la sua amante, ma viene rifiutata anche se lui ha intenzione di provvedere alla bambina.
Sentendosi ferita per alcune insinuazioni del giovane riguardo alla paternità della piccola Julia, Regina la sottopone al test del DNA che conferma ciò che ha sempre sostenuto.
Luis Fernando da quel momento in poi, anche se inizialmente Regina si oppone, inizia a farsi carico delle spese per il mantenimento della figlia.


CAPITOLO 2
Passano dieci anni e Beatriz non è solo un architetto molto famoso ma anche una grande imprenditrice, direttrice dell'Impresa di costruzioni Rangel.

CONTINUA...
www.TELENOVELASMANIA.it

Contatti: info@telenovelasmania.it

Siti

Privacy Policy
 

 

© 2006-2019
Torna ai contenuti