Anarchici grazie a Dio - Telenovelas Mania

telenovelasmania.it
LA TUA ENCICLOPEDIA DELLE TELENOVELAS
TELENOVELAS MANIA
Vai ai contenuti

Anarchici grazie a Dio

Telenovelas elenco





DATI TECNICI
Titolo originale: Anarquistas Graças a Deus
Anno di produzione: 1984
Paese di produzione: Brasile
Regia: Walter Avancini, Hugo Barreto
Soggetto: Walter Avancini, Hugo Barreto
Episodi italiani: 9 puntate da 50/60 minuti

 
CAST
Ney Latorraca (Ernesto Gattai)
Debora Duarte (Angelina)
Daniele Rodrigues (Zelia)
Marcos Frota (Remo)
Lilian Vizzachero (Wanda)
Christiane Rando (Vera)
Aldonso Nigro (Tito)
Gianni Ratto (Nono)
Zenaide Pereira (Maria Negra)
Luiz Guilherme (Oreste)
Umberto Magnani (Zio Guerrando)
José De Abreu (Angelim)

  
TRAMA
La piccola Zélia ricorda la storia della famiglia Gattai, immigranti italiani che raggiunsero il Brasile perseguendo il sogno della Colonia Santa Cecilia, nel 1920, a San Paolo.
Ernesto Gattai (Ney Latorraca), giovane toscano anarchico, lavora in un' officina meccanica per le famiglie ricche della città.
A San Paolo, Ernesto conosce Angelina Da Col (Debora Duarte), una ragazza veneta di religione cattolica, che ha seguito la sua famiglia in Brasile per lavorare nella piantagione di caffè, sostituendo la manodopera schiava.
I due si innamorano e si sposano, dando alla luce ben 5 figli: Remo (Marcos Frota), Wanda (Lilian Vizzacchero), Vera (Christiane Rando), Tito (Afonso Nigro) e Zélia (Daniele Rodrigues), narratrice della storia.
Remo, ragazzo diciannovenne, è allegro e romantico e fugge sempre dalle riunioni sulla politica organizzate da suo padre.
Wanda, ragazzina di 17 anni, è indipendente e molto volenterosa, sempre disposta ad aiutare la famiglia, soprattutto nelle faccende domestiche
Vera, quindicenne bella e sognatrice, si interessa a tutto ciò che la circonda, come se fosse ogni volta una meravigliosa scoperta.
Tito, bambino di 10 anni, è l'artista della famiglia, essendo molto bravo a disegnare e a cantare.
E infine, Zélia, di otto anni, intelligente ma un po' discriminata dalla madre, che preferisce gli altri figli. La bambina ama molto suo padre, che considera un vero e proprio idolo.
A completare la famiglia Gattai, c'è Nono (Gianni Ratto), padre di Angelina, e Maria Negra (Zenaide Pereira), la balia di Zélia.
La telenovela ripercorre la vita di questa grande famiglia con una panoramica sul movimento anarchico, attraverso filmati d'epoca dell'immigrazione italiana dopo la Prima Guerra Mondiale.
 





CURIOSITA'
Sulla produzione
 
La telenovela fu, inizialmente, progettata in modo diverso: doveva, infatti, essere trasmessa alle 18.00, e poi si pensò di proporla alle 20.00, in sostituzione alla novela "Sol de verao", che si concluse prima del previsto, a causa della morte di Jardel Filho. Ma questa idea fu abbandonata e, un anno dopo, fu progettata solamente una miniserie.

"Anarquistas, graças a Deus", è tratta dall'omonimo romanzo di Zélia Gattai, che in occasione della messa in onda della telenovela, aumentò le vendite di 15 volte.
  
Per imparare l'italiano, la produzione contrattò la professoressa Adda Silvestre, che tenne lezioni per il cast.

 Sulla messa in onda
La telenovela è andata in onda in Italia per la prima volta nel 1987 su RTSI, la televisione della Svizzera Italiana.
www.TELENOVELASMANIA.it

Contatti: info@telenovelasmania.it

Siti

Privacy Policy
 

 

© 2006-2019
Torna ai contenuti