Amore dannato (miniserie) - Telenovelas Mania

telenovelasmania.it
LA TUA ENCICLOPEDIA DELLE TELENOVELAS
TELENOVELAS MANIA
Vai ai contenuti

Amore dannato (miniserie)

Telenovelas elenco





DATI TECNICI
Titolo originale: Quem ama não mata
Anno di produzione: 1982
Casa di produzione: Rede Globo (Brasile)
Soggetto: Euclydes Marinho, Denise Bandeira e Tania Lamarca
Regia: Denis Carvalho, Daniel Filho
Puntate: 20 puntate da 25 minuti

 
CAST
Clàudio Marzo (Jorge)
Marìlia Pêra (Alice)
Daniel Dantas (Chico)
Denise Dumont (Julia)
Paulo Villaça (Raul)
Suzana Vieira (Laura)
Dionìsio Azevedo (Generale Aurelio Flores)
Hugo Carvana (Fonseca)
Tânia Scher (Odete)
Norma Geraldy (Donna Carmen)
John Herbert (Marianinho)
Buza Ferraz (Lucas)
Monique Cury (Angela)

 
 
TRAMA
La storia è ambientata a Rio de Janeiro nel 1981 e ci presenta cinque coppie della classe media e il diverso modo di vivere l'amore, la famiglia e la fedeltà.
La miniserie si apre con una lite violenta tra i protagonisti, Alice e Jorge, e tre colpi di arma da fuoco che ci fanno capire che uno dei due morirà ucciso dal coniuge.
Dopo questo incipit inizia un lungo flashback che ci fa vedere le cinque coppie pranzare una domenica in famiglia; Alice e Jorge, Chico e Julia, Odete e Fonseca, il generale Flores e donna Carmem e Laura e Raul.


 




CURIOSITA'

Sulla produzione
 
Il titolo della miniserie "Quem Ama Não Mata" (Chi ama non uccide)  è stato preso in prestito da una frase scritta da alcune femministe di Belo Horizonte due anni prima, le quali protestavano per una serie di crimini passionali accaduti all'epoca.
 
 
Furono girati due finali e il mistero fu mantenuto fino all'ultimo capitolo, poiché il regista Daniel Filho aveva deciso di mantenere un po' di suspance. Il finale andato in onda fu quello in cui Jorge uccideva Alice.
 
All'interno del programma "Fantástico", però, fu trasmesso anche il secondo finale che prevedeva la morte di Jorge per mano di Alice.
 
 
Il regista ad ogni blocco pubblicitario inserì il rumore di uno sparo e un vetro rotto sporco di sangue, per ricordae allo spettatore il finale tragico con cui era partita e con cui si concluderà la serie.
 
 
L'autore Euclydes Marinho è apparso nel primo capitolo come un bandito.
 
 
Per rendere più realistica la scenografia, sono state costruite camere comunicanti, così da non effettuare tagli tra una scena e l'altra.
 
Per la prima volta venne ricostruito un vero e proprio appartamento negli studi di Rede Globo, dove vennero sistemate delle telecamere, per non dover effettuare tagli nel passaggio tra una stanza e l'altra.
 
 
La miniserie ha avuto un remake nel 2015, sempre firmato da Euclydes Marinho, dal titolo Felizes para sempre?, i sui protagonisti guadagnarono i nomi degli attori della prima stesura.
 
 
Alcune storie della serie sono autobiografiche, la storia di Chico e Julia è infatti isirata alla situazione che stava vivendo il regista Daniel Filho in quel momento.
 
 
Sulla messa in onda
 
La miniserie è stata trasmessa per la prima volta in Brasile dal 12 luglio al 6 agosto 1982.
 
In Italia è andata in onda su Rete 4 dall'8 al 30 agosto del 1985.
 
 
"Chi ama non uccide" è stata venduta in vari paesi come la Bolivia, la Colombia, la Spagna, il Guatemala, Panamà, Portogallo e Uruguay.
 
 
Sulla colonna sonora
 
La sigla di apertura originale è Se Querem Saber interpretata da Nanà Caymmi.
 



TRAMA COMPLETA
La storia è ambientata a Rio de Janeiro nel 1981 e ci presenta cinque coppie della classe media e il diverso modo di vivere l'amore, la famiglia e la fedeltà.
La miniserie si apre con una lite violenta tra i protagonisti, Alice e Jorge, e tre colpi di arma da fuoco che ci fanno capire che uno dei due morirà ucciso dal coniuge.
Dopo questo incipit inizia un lungo flashback che ci fa vedere le cinque coppie pranzare una domenica in famiglia; Alice e Jorge, Chico e Julia, Odete e Fonseca, il generale Flores e donna Carmem e Laura e Raul.
Alice (Marilia Pera) e Jorge (Claudio Marzo) sono sposati da otto anni e sembrano la coppia ideale, dentista lui e casalinga lei, sono riusciti a comprare una casa nel quartiere Barra da Tijuca e progettano di avere un figlio il prima possibile. Jorge però scopre che è sterile e che non potrà mai avere figli naturali e lo tiene nascosto alla moglie, sempre più disperata per non riuscire a rimanere incinta.
La relazione va via via sfaldandosi a causa della mancanza di dialogo, giungerà al punto di essere violenta e i coniugi decideranno di lasciarsi... ma non potendo vivere lontani si rimetteranno insieme e la storia ricomincerà senza però aver risolto i problemi che esistevano tra i due portandoli al tragico finale.
Alice estrae la rivoltella del padre per minacciare il marito ma l'uomo riesce a prenderla e nella colluttazione rimane uccisa la donna.
A fare da contrappunto alla coppia protagonista c'è la coppia di Chico (Daniel Dantas, La forza del desiderio) e Julia (Denise Dumont) nipote di Alice, lui architetto e lei stagista in giornalismo, sono sposati da due anni. I due si amano ma lei ha una relazione con il botanico Lucas (Buza Ferraz, Pagine di Vita). Al contrario di Alice e Jorge i due ragazzi parlano, litigano, discutono con franchezza e sincerità per riacquistare la fiducia nell'altro che hanno perso. Per un periodo vivono separati ma riescono a fare pace e a rinvigorire una relazione turbolenta ma autentica e franca.
Un'altra coppia è formata da Laura (Suzana Vieira, Destini) e da Raul (Paulo Villaça), lei è una naturalista che vive all'interno dello stato di Rio de Janeiro, è sorella di Alice e madre di Julia e Angela (Monica Curi), ha un rapporto problematico con le figlie, dopo due matrimoni falliti non se la sente di legarsi stabilmente con altri uomini questo fa soffrire molto il suo compagno Raul, un uomo d'affari che viaggia molto e che vorrebbe la sua compagna accanto e una relazione consacrata dal matrimonio. Questa enorme differenza tra i due li porterà a lasciarsi e Raul prima di partire per l'Italia avrà una breve storia d'amore con Alice nel periodo in cui si separa da Jorge.
La coppia formata da Fonseca (Hugo Carvana), migliore amico di Jorge, e da Odette (Tania Scher) è la classica famiglia della classe media carioca: lui geloso e machista cerca di controllare la moglie che dal canto suo con un carattere espansivo e ribelle non sopporta di essere imprigionata dalle ossessioni del marito. I due vivono tra litigate furibonde e repentini riavvicinamenti, si amano e accettano questa relazione fatta di alti e bassi.
L'ultima coppia è quella formata dai genitori di Alice: il generale Flores (Dioniso Azevedo) e donna Carmem (Norma Geraldy). Lui ufficiale dell'esercito in pensione e lei maestra di piano, sono sposati da cinquanta anni e sono l'esempio di matrimonio perfetto, i due soffrono per le vicende delle figlie e nipoti che non riescono a trovare la stabilità.
La vita quotidiana di questi personaggi analizza gli aspetti di ogni coppia e i modi possibili di risolvere i problemi del matrimonio e della convivenza. La tragicità della miniserie è affrontata in termini quasi soavi, tutto fa pensare alla fine drammatica ma lo spettatore è assorbito dalla parabola dei protagonisti, dai loro problemi, dal dialogo e dai silenzi. Lo spettatore potrebbe tranquillamente riconoscersi in una delle coppie e cercare uno spunto per migliorare il dialogo o risolvere i problemi.
L'amore dannato dei protagonisti, che non possono fare a meno l'uno dell'altra ma che non riescono ad affrontare i problemi, sfuggendo entrambi dal dialogo per nascondere fantasmi e frustrazioni, li porterà a un finale triste. Al contrario la coppia di Chico e Julia, attraverso il dialogo di coppia e con la stima reciproca riuscirà a risolvere i problemi e ad avere un finale felice.
 


www.TELENOVELASMANIA.it

Contatti: info@telenovelasmania.it

Siti

Privacy Policy
 

 

© 2006-2019
Torna ai contenuti